Il 21 Marzo è considerato per convenzione il giorno d’inizio della primavera,  ma in realtà quello astronomico oscilla dal 19 al 21.

Convenzionalmente il 21 marzo viene considerato il giorno d’inizio della primavera, ed è utilizzato, dalla chiesa cristiana, come termine per il calcolo del giorno di Pasqua.

Ma la primavera quest’anno ha avuto inizio il giorno 20 Marzo alle ore 10:29 (orario Utc, in Italia bisogna aggiungere un’ora 11:29).

EQUINOZIO DI PRIMAVERA

L’inizio della primavera viene fatto coincidere con l’equinozio di primavera cioè con uno dei due momenti in cui, a causa della rivoluzione terrestre, il Sole si trova esattamente allo zenit sopra l’equatore e la durata del  sarà pari a quella della notte.

Al Polo Nord ha inizio il giorno più lungo che durerà sei mesi e terminerà a settembre con l’equinozio d’autunno, che segnerà l’inizio della notte più lunga, sei mesi di buio fino a marzo. Nel Polo Sud avviene il contrario, oggi inizia la lunga notte.

COSA CAUSA LA DISCREPANZA TRA IL 20 E IL 21?

La causa della discrepanza tra il giorno 20 e il giorno 21 è insita nel calendario gregoriano, che noi e gran parte del mondo utilizziamo, ma che non risulta perfetto. Questo sistema infatti non rappresenta l’anno siderale, cioè il periodo orbitale completo della Terra intorno al Sole pari a 365,2564 giorni solari medi (365 giorni, 6 ore, 9 minuti e 10 secondi), ma si basa su l’anno tropico o anno solare, cioè il tempo impiegato dal Sole per tornare nella stessa posizione vista dalla Terra, e viene utilizzata come durata 365,2425 giorni, cioè circa un quarto di giorno in meno di quello che serve alla Terra per completare la propria rivoluzione intorno al Sole.

Questo comporta che ogni anno l’equinozio si verifichi 6 ore più tardi, e ogni 4 anni si accumulerebbe un giorno di ritardo; per far fronte a questo slittamento di un giorno, intervengono gli anni bisestili che aggiungono un giorno in più al mese di Febbraio riportando indietro la sincronizzazione tra anno siderale e calendario gregoriano.

Per la decima volta consecutiva  l’equinozio di primavera anticipa di un giorno l’entrata della primavera,  evento che continuerà a verificarsi per tutto il secolo facendo cadere il giorno d’equinozio di primavera tra il 19 e il 20 marzo.  Per  tornare al tradizionale  giorno 21 dovremmo attendere il 2102.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here