Alle ore 20:00 di questa sera 13/04/2017 la NASA discuterà di nuovi risultati circa la presenza di veri e propri oceani d’acqua sotto la superficie ghiacciata di alcuni satelliti del Sistema Solare.

FONTE: NASA

Come si legge sul sito della NASA , l’annuncio avverrà questa sera 13 aprile e sarà trasmesso in diretta a partire dalle due del pomeriggio, orario di New York, 20:00 orario Italiano.

A meno di due mesi dall’emozionante annuncio della scoperta dei sette esopianeti simili alla Terra, orbitanti intorno alla nana rossa Trappist-1 (dei quali parleremo esaustivamente in un articolo dedicato), questa sera la Nasa discuterà dei mondi oceanici, corpi celesti che potrebbero ospitare l’acqua, in particolare Europa (luna di Giove), ma anche Encelado (satellite di Saturno).

Ci sarà anche un momento dedicato all’Europa Clipper Mission.

LA CONFERENZA

La conferenza, si terrà presso il James Webb Auditorium della NASA a Washington, prevedendo la partecipazione a distanza da parte di esperti in tutto il paese. Sarà trasmessa in diretta su NASA Television e sul sito web dell’agenzia spaziale Usa.

I nuovi risultati che verranno annunciati questa sera, sono stati ottenuti partendo dai dati della sonda Cassini e da quelli forniti dal telescopio spaziale Hubble.

I RICERCATORI

Dall’annuncio ufficiale della Nasa, si evince che i ricercatori che interverranno nella conferenza sono:

  • Thomas Zurbuchen, amministratore associato, Science Mission Directorate della NASA a Washington
  • Jim Green, direttore, Divisione Scienze planetarie della NASA
  • Mary Voytek, astrobiologia scienziato senior presso il quartier generale della NASA
  • Linda Spilker, scienziato nel progetto Cassini Jet Propulsion Laboratory della NASA a Pasadena, in California
  • Hunter Waite, Cassini Ion Neutral e Team Lead spettrometro di massa presso il Southwest Research Institute (SwRI) a San Antonio
  • Chris Glein, Cassini INMS squadra associato presso SwRI
  • William Sparks, astronomo con l’Istituto Space Telescope Science a Baltimora

LA MISSIONE EUROPA CLIPPER

La missione spaziale robotica che partirà nel 2020 con l’obiettivo di studiare Europa, il quarto satellite naturale di Giove, sulla cui superficie nessuna sonda spaziale è mai atterrata.

Europa, nasconderebbe un oceano sotto la crosta di ghiaccio che l’avvolge completamente.

La Nasa, attraverso il telescopio spaziale Hubble, ha confermato la presenza di geyser di vapore acqueo simili a quelli di Encelado, il satellite di Saturno, in grado di eruttare fino a 200 chilometri di quota.

Ha detto Robert Pappalardo, che lavora alla missione Europa Clipper presso il Jet Propulsion Laboratory della Nasa: «La sonda dovrebbe passare vicino alla luna, raccogliere una quantità enorme di dati scientifici, e allontanarsi subito e velocemente».

Potranno essere fatte delle domande durante il briefing con #AskNASA.◊

Per informazioni sulla Tv NASA, orari e per vedere la conferenza stampa, visitare il sito:

http://www.nasa.gov/nasatv

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here