Intercettata nella riserva marina dell’arcipelago delle Galapagos una nave con a bordo migliaia di squali morti.

DIREZIONE DEL PARCO NAZIONALE DI GALÁPAGOS

Lo scorso 13 Agosto la marina dell’Ecuador ha fermato la nave cinese Fu Yuan Yu Leng, una nave frigo di di 98 metri, vicino a San Cristobal, l’isola più orientale dell’arcipelago delle Galapagos, mentre viaggiava illegalmente tra le acque della riserva marina. Le autorità salite a bordo hanno trovato 300 tonnellate di specie marine , tra cui più di 6.600 squali di specie protette.

La scoperta

Alle 6 del mattino del 13 Agosto scorso, a ritorno da una spedizione di ricerca scientifica, l’ecologista marino Pelayo Salinas, che lavora per la Fondazione Charles Darwin, ha intravisto una nave da pesca nelle acque del Parco Nazionale Galapagos, le cui acque sono limitate solo ad uso scientifico.

 

LAUREN C. TIERNEY, NG STAFF FONTE: MINISTERO DELL’AMBIENTE, ECUADOR

Immediatamente dalla nave di pattuglia su cui era a bordo Salinas, insieme ad un ufficiale della Marina militare ecuadoriana, ha cercato di contattare via radio la nave, per scoprire cosa stava facendo nell’area limitata.  Dopo tre tentativi senza risposta di contatto, Salinas e altri tre sono saliti sul gommone per intercettare la nave e ispezionarla.

La loro piccola imbarcazione, non è stata in grado di inseguire la nave, ma comunque è stata in grado di identificare la barca  battente bandiera Cinese, e subito ci sono stati forti sospetti di attività di pesca illegale.

L’intervento della guardia costiera

I funzionari del parco, con l’aiuto della Marina, hanno identificato rapidamente la nave con le attrezzature di sorveglianza e in pochi minuti, un elicottero navale e le barche della guardia costiera erano sulla nave.

Dopo aver raggiunto la barca e saliti a bordo, hanno trovato qualcosa che nessuno di loro dimenticherà presto.

300 tonnellate di specie marine

“C’erano migliaia, se non decine di migliaia di squali”, ha detto Salinas ai giornalisti. “Il più grande sequestro degli squali nella storia del Galapagos”. Secondo i libri di bordo, erano presenti più di 300 tonnellate di pesci a bordo.

Erano presenti moltissime specie marine protette tra cui, squali martello, mako e seta.

La provenienza del pescato

È illegale attraversare le acque del santuario marino senza un permesso, ed è anche illegale catturare, vendere o trasportare squali. Le autorità non sanno ancora dove i pesci sono stati catturati.

“Non necessariamente tutte le catture sono state provenienti dalla riserva marina, ma il fatto che includevano squali giovani, indica che potrebbero essere stati catturati all’interno della riserva”, ha detto il ministro dell’ambiente Ecuador, Tarsicio Granizo.

La nave cinese Fu Yuan Yu Leng 999

La nave è una “mothership“, che raccoglie il pescato da barche da pesca più piccole, permettendo loro di rimanere in mare più a lungo.

Image processed by CodeCarvings Piczard ### FREE Community Edition ### on 2017-08-29 11:35:05Z | |

L’equipaggio

L’equipaggio di 20 persone è stato arrestato. Ed è stata già emanata la sentenza che prevede 4 anni di reclusione al comandante della nave, il massimo della pena prevista per i crimini contro la flora e il traffico di specie protette, 3 anni per altri tre ufficiali e un anno per i 16 marinai, tutti di nazionalità cinese. Il tribunale ha anche fissato una maxi multa che va da 127mila a due milioni di dollari.

La pesca illegale

La vicenda evidenzia il grande problema della pesca illegale, che si verifica regolarmente anche nelle acque più protette del mondo.

“Purtroppo, questa è un’attività quotidiana sull’oceano”, dice Salinas. “Ci sono migliaia di queste navi che vagano le acque”.

Risorse limitate

“Le risorse sono limitate”, dice Salinas. “I cattivi ogni giorno stanno facendo più soldi. Il pattugliamento è costoso, soprattutto per una contea che è in crisi economica “.

Salinas ha iniziato una campagna di crowdfunding per raccogliere fondi per due imbarcazioni veloci per il parco. ◊

YouTube: Presentazione canale The Marsican Bear

Dal momento che sei qui ... ... abbiamo un piccolo favore da chiederti. Più persone stanno leggendo il The Marsican Bear, ma non abbiamo entrate. E a differenza di molti media, vogliamo mantenere il nostro servizio completamente gratuito. Quindi puoi capire perché dobbiamo chiedere il tuo aiuto. La divulgazione scientifica indipendente impegna molto tempo, denaro e duro lavoro. Ma lo facciamo perché crediamo che il nostro progetto sia importante. The Marsican Bear è indipendente dal punto di vista editoriale. La nostra divulgazione è libera da pregiudizi commerciali e non è influenzata da proprietari, politici o azionisti. Nessuno modifica il nostro editor. Nessuno dirige la nostra opinione. Questo è importante perché ci consente di divulgare in modo totalmente obiettivo. È ciò che ci rende diversi rispetto a tanti altri media, in un momento in cui i rapporti attendibili e onesti sono fondamentali. Se tutti quelli che leggono i nostri articoli, aiutano a sostenerlo, il nostro futuro sarebbe molto più sicuro. Con un minimo di € 1, puoi supportare il The Marsican Bear - e richiede solo un minuto. Grazie. Link per donazione: Donazione

1 commento

  1. Questa la hanno presa, chissà quante ne passano.

    Non credo, però, che la raccolta fondi per acquistare due imbarcazioni veloce possano arginare la problematica….

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here