Breakthrough Listen, il programma astronomico globale alla ricerca di prove di civiltà extra terrestri, ha annunciato che sta attualmente concentrando i suoi sforzi osservativi su ‘Oumuamua, il misterioso oggetto recentemente individuato che si muove rapidamente attraverso il sistema solare.

Noi di The Marsican Bear ci teniamo subito a precisare che secondo il nostro modesto parere si tratta di un’ipotesi improbabile ma, l’iniziativa Breakthrough Listen, il più grande programma di ricerca scientifica mai avviato per trovare prove di civiltà aliene, ha annunciato che sta attualmente concentrando i suoi sforzi su 1I / 2017 U1 , ‘Oumuamua (del quale vi abbiamo parlato nell’articolo “‘Oumuamua: Arriva la descrizione dell’oggetto misterioso che ha attraversato il nostro sistema solare il 19 ottobre”), un oggetto metallico o roccioso altamente allungato arrivato dallo spazio interstellare e che sta viaggiando attraverso il nostro sistema solare.

‘Oumuamua

Il 19 ottobre 2017, il telescopio Pan-STARRS 1, nelle Hawai, individuò un debole punto di luce che si muoveva attraverso il cielo.

Questa immagine combinata mostra ‘Oumuamua. È circondato dalle tracce di deboli stelle mentre i telescopi tracciavano l’asteroide in movimento. Questa immagine è stata creata combinando più immagini dal Very Large Telescope di ESO e dal Gemini South Telescope. L’oggetto è contrassegnato da un cerchio blu e sembra essere una sorgente puntiforme, senza polvere circostante. Immagine di credito: ESO / K. Meech et al .

Sebbene originariamente classificato come una cometa, ulteriori osservazioni non hanno rivelato segni di attività cometaria dopo il passaggio più vicino al Sole nel settembre 2017.

L’oggetto è stato riclassificato come asteroide interstellare e denominato 1I / 2017 U1 (‘Oumuamua).

Secondo gli astronomi, “Oumuamua è lungo almeno 400 metri e ha un diametro di 102 metri.

I calcoli orbitali preliminari suggerivano che l’asteroide provenisse dalla direzione approssimativa della stella luminosa Vega, nella costellazione settentrionale di Lyra.

 

E se fosse artificiale?

“La presenza di Oumuamua all’interno del nostro Sistema Solare offre la svolta per il Breakthrough Listen, un’opportunità per raggiungere sensibilità senza precedenti verso possibili trasmettitori artificiali e dimostrare la nostra capacità di localizzare oggetti vicini e in rapido movimento”, ha detto il Dr. Andrew Siemion, direttore del Centro di ricerca SETI di Berkeley.

“E’ un grande obiettivo per il Breakthrough Listen, scoprire se questo oggetto risulta essere artificiale o naturale.”

“I ricercatori che lavorano sui trasporti spaziali a lunga distanza hanno in precedenza suggerito che una forma a sigaro o ad ago, è l’architettura più probabile per un veicolo spaziale interstellare, dal momento che questo minimizzerebbe l’attrito e il danno da gas interstellare e polvere”, hanno detto gli esperti dell’iniziativa Breakthrough Listen.

Mentre un’origine naturale è più probabile, non vi è attualmente alcuna idea condivisa sulla sua origine, e il Breakthrough Listen è pronto per verificare la possibilità che” Oumuamua possa essere un artefatto “.

Oggi 13 Dicembre inizia la campagna di ascolto

Breakthrough avvierà la sua campagna di osservazioni e ascolto oggi 13 dicembre 2017 alle 21:00 Italiane.

Usando il telescopio Robert C. Byrd Green Bank (radiotelescopio da 100 metri) , gli scienziati osserveranno ‘Oumuamua attraverso quattro bande radio, da 1 a 12 GHz.

La prima fase delle osservazioni durerà complessivamente 10 ore, suddivise in quattro “epoche” basate sul periodo di rotazione dell’oggetto.

‘Oumuamua ora è a circa 2 unità astronomiche (AU), o il doppio della distanza tra la Terra e il Sole. Questo è più vicino di un fattore 50-70 rispetto al più lontano artefatto umano, la sonda Voyager I. A questa distanza, ci vorrebbe meno di un minuto perché lo strumento Green Bank rilevi un trasmettitore omnidirezionale con la potenza di un cellulare.

Anche se molto improbabile

Anche se non si sentirà alcun segnale o altra prova di tecnologia extraterrestre, le osservazioni di Listen copriranno porzioni dello spettro radio in cui l’oggetto non è stato ancora osservato, e potrebbero fornire informazioni importanti sulla possibilità di presenza di acqua / ghiaccio o sulla chimica di un coma (involucro gassoso), nessuno dei quali è stato ancora identificato.◊

Dal momento che sei qui ... ... abbiamo un piccolo favore da chiederti. Più persone stanno leggendo il The Marsican Bear, ma non abbiamo entrate. E a differenza di molti media, vogliamo mantenere il nostro servizio completamente gratuito. Quindi puoi capire perché dobbiamo chiedere il tuo aiuto. La divulgazione scientifica indipendente impegna molto tempo, denaro e duro lavoro. Ma lo facciamo perché crediamo che il nostro progetto sia importante. The Marsican Bear è indipendente dal punto di vista editoriale. La nostra divulgazione è libera da pregiudizi commerciali e non è influenzata da proprietari, politici o azionisti. Nessuno modifica il nostro editor. Nessuno dirige la nostra opinione. Questo è importante perché ci consente di divulgare in modo totalmente obiettivo. È ciò che ci rende diversi rispetto a tanti altri media, in un momento in cui i rapporti attendibili e onesti sono fondamentali. Se tutti quelli che leggono i nostri articoli, aiutano a sostenerlo, il nostro futuro sarebbe molto più sicuro. Con un minimo di € 1, puoi supportare il The Marsican Bear - e richiede solo un minuto. Grazie. Link per donazione: Donazione

1 commento

  1. Nulla è da escludere, ma spero che un eventuale primo contatto (ammesso che non ci sia già stato visto quanto detto da Columbro) avvenga in altri modi.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here