Grazie al rilevamento di molecole organiche complesse provenienti dalla luna ghiacciata di Saturno,  Encelado è diventato l’unico corpo, oltre alla Terra, conosciuto per soddisfare simultaneamente tutti i requisiti di base per la vita così come la conosciamo.

Nel nuovo studio “Macromolecular organic compounds from the depths of Enceladus” pubblicato il 27 giugno scorso sul journal Nature da un gruppo di ricerca guidato dagli scienziati dell’Università di Heidelberg, Frank Postberg e Nozair Khawaja, viene descritta, grazie all’utilizzo dei dati della sonda Cassini della NASA, la scoperta di molecole complesse ricche di carbonio espulse attraverso dei geyser dalla luna ghiacciata di Saturno Encelado.

Encelado continua a sorprendere

Ben poco si conosceva di Encelado prima del 2005, anno in cui l’orbita della sonda Cassini della NASA gli permise di volare per la prima volta vicino alla luna ghiacciata di Saturno. Da allora, è diventata una continua fonte di sorprese.

Durante l’incredibile carriera di Cassini, i ricercatori planetari hanno scoperto che Encelado ha un oceano nascosto sotto la superficie ghiacciata, con evidenze che puntano a potenti bocche idrotermali sul fondo del mare, che mescolano il materiale del nucleo poroso pieno d’acqua della luna con l’acqua dell’oceano.

Cassini ha anche rilevato che i geyser rilasciano una miscela di vapore acqueo e granelli di ghiaccio dall’oceano nello spazio attraverso fessure, conosciute come “tiger stripes”, nel guscio ghiacciato della luna, fornendo materiale per l’anello E di Saturno.

Prima del suo deorbit nel settembre del 2017, Cassini ha campionato il materiale che emerge dal sottosuolo di Encelado. L’analizzatore di polveri cosmiche (CDA o Cosmic Dust Analyzer) e lo spettrometro di massa a ioni e neutroni (INMS o Ion and Neutral Mass Spectrometer) a conduzione di SwRI hanno effettuato misurazioni sia all’interno del pennacchio che nell’E-ring di Saturno.

Durante il sorvolo ravvicinato di Cassini su Encelado, il 28 ottobre 2015, l’INMS ha rilevato, mentre la sonda volava attraverso il pennacchio, idrogeno molecolare.

Frammenti di complesse molecole organiche

Ora, gli scienziati hanno identificato, in questi granelli di ghiaccio espulsi, dei frammenti di complesse molecole organiche.

Ha affermato il dott. Postberg: “È la prima rilevazione in assoluto di sostanze organiche complesse provenienti da un mondo acquatico extraterrestre.”

Ha aggiunto il dott. Khawaja: “Abbiamo trovato grandi frammenti molecolari che mostrano strutture tipiche di molecole organiche molto complesse.Queste enormi molecole contengono una rete complessa spesso costruita da centinaia di atomi di carbonio, idrogeno, ossigeno e probabilmente azoto che formano sottostrutture a forma di anello e catena”.

Ha detto il dott. Christopher Glein, scienziato spaziale specializzato in sostanze chimiche extraterrestri: “Anche dopo la sua fine, la sonda spaziale Cassini continua a insegnarci le potenzialità di Encelado, permettendoci di avanzare nel campo dell’astrobiologia. Questo documento dimostra il valore del lavoro di squadra nelle scienze planetarie. I team di INMS e CDA hanno collaborato per raggiungere una più profonda comprensione della chimica organica presente nell’oceano di Encelado più di quanto sarebbe possibile con un solo set di dati.”

L’unico corpo oltre alla Terra conosciuto per soddisfare simultaneamente tutti i requisiti di base per la vita così come la conosciamo

Aggiunge il Dr. Christopher Glein: “Ora abbiamo trovato molecole organiche con massa di oltre 200 unità di massa atomica ( più di dieci volte più pesante del metano). Con le complesse molecole organiche che vengono emanate dall’oceano di acqua liquida, questa luna è l’unico corpo oltre alla Terra conosciuto per soddisfare simultaneamente tutti i requisiti di base per la vita così come la conosciamo. ”

Questi frammenti molecolari si formano mentre i granelli di ghiaccio colpiscono lo strumento CDA di Cassini ad velocità di circa 30.000 km / ora, ma i ricercatori ritengono che, prima della collisione, i grani contengano le molecole originali, ancora più grandi, che potrebbero avere pesi molecolari di migliaia di unità di massa atomica.

Tali grandi molecole possono essere create solo da processi chimici complessi, compresi quelli relativi alla vita.

In alternativa, potrebbero venire dal materiale primordiale come si trova in alcuni meteoriti o, più probabilmente, essere generati dall’attività idrotermale.

Ha detto il dott. Postberg: “Secondo me i frammenti che abbiamo trovato sono di origine idrotermale, essendo stati elaborati all’interno del nucleo idrotermicamente attivo di Encelado .”

Tuttavia

Con i soli dati di Cassini, tuttavia, non è possibile confermare l’origine esatta dei nuovi elementi organici dai quali derivano i frammenti osservati.

Ha detto il dott. Postberg: “Se potessimo visitare di nuovo Encelado, prenderemmo strumenti in grado di vedere l’intera molecola, non solo questi frammenti, e questo ci potrebbe dire esattamente che cosa sono e come sono stati creati”.

Ha detto il dott. Glein: “Sembra che questa luna misteriosa manterrà questo segreto per qualche tempo, ma è alla portata di una futura missione di Encelado per risolvere questa parte del puzzle”.

Ha detto il dottor Khawaja: “Un futuro veicolo spaziale potrebbe volare attraverso il pennacchio di Encelado e analizzare quelle complesse molecole organiche usando uno spettrometro di massa ad alta risoluzione per aiutarci a determinare come sono state fatte. Dobbiamo essere cauti, ma è emozionante pensare che questo risultato indichi che la sintesi biologica di molecole organiche su Encelado è possibile.” 

Journal reference: Frank Postberg et al. 2018. Macromolecular organic compounds from the depths of Enceladus. Nature 558: 564-568; doi: 10.1038/s41586-018-0246-4

Dal momento che sei qui ... ... abbiamo un piccolo favore da chiederti. Più persone stanno leggendo il The Marsican Bear, ma non abbiamo entrate. E a differenza di molti media, vogliamo mantenere il nostro servizio completamente gratuito. Quindi puoi capire perché dobbiamo chiedere il tuo aiuto. La divulgazione scientifica indipendente impegna molto tempo, denaro e duro lavoro. Ma lo facciamo perché crediamo che il nostro progetto sia importante. The Marsican Bear è indipendente dal punto di vista editoriale. La nostra divulgazione è libera da pregiudizi commerciali e non è influenzata da proprietari, politici o azionisti. Nessuno modifica il nostro editor. Nessuno dirige la nostra opinione. Questo è importante perché ci consente di divulgare in modo totalmente obiettivo. È ciò che ci rende diversi rispetto a tanti altri media, in un momento in cui i rapporti attendibili e onesti sono fondamentali. Se tutti quelli che leggono i nostri articoli, aiutano a sostenerlo, il nostro futuro sarebbe molto più sicuro. Con un minimo di € 1, puoi supportare il The Marsican Bear - e richiede solo un minuto. Grazie. Link per donazione: Donazione

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here