Nuovo video con protagonista un Orso bruno marsicano nel Parco Nazionale d’Abruzzo

 

Vi auguriamo un buon-week end con un nuovo video che ha come protagonista un Orso bruno marsicano nel Parco Nazionale d’Abruzzo. Il video è stato realizzato da Paolo Iannicca.

Video:

Incontro con l'orso

Metti un pomeriggio di mezza estate nel Parco Nazionale d'Abruzzo. Ad ogni passo sul sentiero, percepisci che qualcosa sta per accadere. La luce radente del tramonto taglia i costoni delle montagne e le impenetrabili foreste in basso si fanno sempre più buie. Un rumore, un rotolar di sassi che scivolano dal pendio. Ci siamo, è lui, eccolo! Il cuore comincia a battere forte..oggi come la prima volta 🙂

Pubblicato da Ecotur Parco Nazionale d'Abruzzo su Mercoledì 18 luglio 2018

Sulla pagina facebook Ecotur Parco Nazionale d’Abruzzo, dove il video è stato condiviso, viene cosi descritto:

“Metti un pomeriggio di mezza estate nel Parco Nazionale d’Abruzzo. Ad ogni passo sul sentiero, percepisci che qualcosa sta per accadere. La luce radente del tramonto taglia i costoni delle montagne e le impenetrabili foreste in basso si fanno sempre più buie. Un rumore, un rotolar di sassi che scivolano dal pendio. Ci siamo, è lui, eccolo! Il cuore comincia a battere forte..oggi come la prima volta “

Come comportarsi in caso di incontro ravvicinato con un orso:

·         L’orso non ci ha notati, torniamo silenziosamente sui nostri passi, senza perderlo di vista.

·         Se l’orso nota la nostra presenza e si allontana (è il caso più comune), attendiamo prima di proseguire, evitando di muoverci verso la sua direzione.

·         L’orso nota la nostra presenza e si alza sulle zampe posteriori per identificarci, rimaniamo fermi e parliamo con tono calmo.

·         Se l’orso rimane fermo, allontaniamoci lentamente, parlando sempre con tono calmo.

·         L’orso si avvicina, camminando o correndo, restiamo fermi, parliamo con calma e diamogli modo di capire che non siamo un pericolo.

·         Se avviene un attacco con contatto fisico, stendiamoci al suolo a faccia in giù, con le dita delle mani intrecciate dietro il collo e le braccia a proteggere il capo, restando assolutamente immobili finché l’orso interrompe l’azione e si allontana. Non fuggiamo, non gridiamo e non tentiamo di colpirlo. se indossiamo uno zaino, non tentiamo di liberarcene, potrebbe essere utile per proteggersi. Rimaniamo a terra finché siamo certi che l’orso si sia allontanato.

YouTube:

Dal momento che sei qui ... ... abbiamo un piccolo favore da chiederti. Più persone stanno leggendo il The Marsican Bear, ma non abbiamo entrate. E a differenza di molti media, vogliamo mantenere il nostro servizio completamente gratuito. Quindi puoi capire perché dobbiamo chiedere il tuo aiuto. La divulgazione scientifica indipendente impegna molto tempo, denaro e duro lavoro. Ma lo facciamo perché crediamo che il nostro progetto sia importante. The Marsican Bear è indipendente dal punto di vista editoriale. La nostra divulgazione è libera da pregiudizi commerciali e non è influenzata da proprietari, politici o azionisti. Nessuno modifica il nostro editor. Nessuno dirige la nostra opinione. Questo è importante perché ci consente di divulgare in modo totalmente obiettivo. È ciò che ci rende diversi rispetto a tanti altri media, in un momento in cui i rapporti attendibili e onesti sono fondamentali. Se tutti quelli che leggono i nostri articoli, aiutano a sostenerlo, il nostro futuro sarebbe molto più sicuro. Con un minimo di € 1, puoi supportare il The Marsican Bear - e richiede solo un minuto. Grazie. Link per donazione: Donazione

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here