Tutto quello che devi sapere sull’eclissi di questa sera, da come vederla a come è stata salvata la vita di Colombo nel 1504

foto: Matt Cardy/Stringer/Getty Images)

Tempo permettendo, questa sera (27 luglio 2018) preparatevi per una bellissima vista celeste, quando un’eclissi lunare totale sarà visibile da quasi tutte le parti del mondo. Le uniche persone che si perderanno l’eclissi sono quelle che si troveranno in Groenlandia, Canada e Stati Uniti.

In Italia, questa vista spettacolare durerà tutta la sera. Mentre la luna sorgerà alle 20:24, ( orario che cambia a seconda della località), l’eclisse sarà già nella sua fase “Entrata nel cono d’ombra” ma la luce del sole ancora presente nel cielo non permetterà una perfetta visione di questa fase.

Tutto ciò di cui avrete bisogno per godervi questo spettacolo è una visione chiara del cielo notturno. Non avrete bisogno di nessun strumento per guardare l’eclissi Lunare.

Non è necessario indossare filtri speciali o occhiali protettivi per guardare un’eclissi lunare. A differenza di un’eclissi solare totale, dove è pericoloso guardare il sole, la luna non diventa mai abbastanza luminosa da causare un pericolo per i tuoi occhi.

Fasi dell’eclisse totale di Luna del 27 luglio 2018 

  • Entrata nella penombra 19:14:48
  • Entrata nell’ombra 20:24:28
  • Inizio della totalità 21:30:17
  • Fase massima 22:21:45
  • Fine della totalità 23:13:14
  • Uscita dall’ombra 00:19:03
  • Uscita dalla penombra 01:28:42

Sarà un eclissi Lunare da record, durerà 103 minuti con l’inizio della totalità intorno alle 21:30 e la fine verso le 23:13. In Italia tutta la fase totale sarà ben visibile da tutta Italia, tempo permettendo. L’uscita dall’ombra durerà fino alle 00:18 del 28 Luglio.

Le 22:22, segneranno il momento della fase massi di eclissi totale.

Perché la luna diventa rossa?

Un’eclissi lunare totale si verifica quando il sole, la Terra e la luna si allineano perfettamente. La parte più spettacolare di un’eclissi lunare totale è che quando la luna è completamente nell’ombra della Terra diventa rossa. Questo fenomeno ha guadagnato il soprannome di luna di sangue.

Il colore rosso si verifica perché la luce solare viene deviata attraverso l’atmosfera terrestre. Il processo è chiamato rifrazione e piega la luce rossa del sole come una lente nello spazio dietro la Terra e così via fino alla superficie della luna eclissata.

Il colore preciso della luna dipende dalle condizioni atmosferiche nell’atmosfera terrestre. Più chiara è l’atmosfera, più luminosa e leggera sembra essere il colore rosso.

Se la Terra non avesse atmosfera, la luna totalmente oscurata sarebbe nera.

Quante eclissi lunari ci saranno in questo secolo?

Secondo la NASA ci saranno 230 eclissi lunari nel 21 ° secolo. Di questi, solo 85 saranno eclissi lunari totali. L’eclissi di venerdì è la più lunga del secolo, con una durata di 1 ora e 43 minuti e 35 secondi. Sarà la diciassettesima eclissi lunare totale del secolo. La prossimo avverrà il 21 gennaio 2019.

In che modo un’eclissi lunare totale ha salvato Cristoforo Colombo?

Nel quarto viaggio di Colombo, le sue navi incontrarono una tempesta che lo portò a rimanere bloccato sulla Giamaica. Dopo aver arenato le sue due navi rimanenti (ha iniziato il suo viaggio con quattro navi) nel giugno 1503, lui e il suo equipaggio rimasero in balia degli abitanti locali. A febbraio dell’anno seguente, le relazioni si inasprirono tra i naufraghi di Colombo e gli indigeni.

Per continuare a ricevere cibo e ospitalità dalla gente del posto, Colombo aveva bisogno di persuadere e si rivolse al suo almanacco astronomico per chiedere aiuto. Individuando una imminente eclissi lunare, si dice che abbia raccolto i locali la sera del 29 febbraio 1504 e disse loro che il suo dio era arrabbiato con la loro e aveva deciso di proiettare la sua ira sulla luna.

Secondo la storia, quando apparve la luna di sangue, i locali furono presi dal panico e diedero a Colombo tutte le provviste che desiderava.

Cosa succede alla luna durante un’eclissi lunare totale?

A differenza del crepuscolo piuttosto maestoso che normalmente si svolge sulla luna, dove un giorno dura per circa due settimane ed è seguito da una notte ugualmente lunga, la luce e il calore del sole scompaiono in pochi minuti durante un’eclissi lunare totale.

Questo improvviso cambiamento di temperatura potrebbe causare la rottura delle rocce lunari e il rilascio di gas. Ciò contribuirebbe a fornire gas all’atmosfera lunare molto sottile, che è così rarefatta che è chiamata esosfera.

Quando gli astronomi prendono le immagini termiche della luna totalmente eclissata, vedono punti caldi che non riescono a spiegare completamente. Sono spesso concentrati sui crateri. Nonostante li abbiano1 studiati per più di 60 anni, nessuno ha fornito una spiegazione adeguata per la provenienza del calore.

Marte accompagnerà l’eclissi Lunare

Durante l’eclissi Marte si troverà quasi alla minima distanza dalla Terra (57,5 milioni di chilometri) , e in fase di grande opposizione ( ossia si troverà dalla parte opposta al Sole rispetto alla Terra). Il Pianeta Rosso, sarà ben visibile anche a occhio nudo.

Oltre a Marte saranno visibili Venere, Giove e Saturno. 

YouTube:

Dal momento che sei qui ... ... abbiamo un piccolo favore da chiederti. Più persone stanno leggendo il The Marsican Bear, ma non abbiamo entrate. E a differenza di molti media, vogliamo mantenere il nostro servizio completamente gratuito. Quindi puoi capire perché dobbiamo chiedere il tuo aiuto. La divulgazione scientifica indipendente impegna molto tempo, denaro e duro lavoro. Ma lo facciamo perché crediamo che il nostro progetto sia importante. The Marsican Bear è indipendente dal punto di vista editoriale. La nostra divulgazione è libera da pregiudizi commerciali e non è influenzata da proprietari, politici o azionisti. Nessuno modifica il nostro editor. Nessuno dirige la nostra opinione. Questo è importante perché ci consente di divulgare in modo totalmente obiettivo. È ciò che ci rende diversi rispetto a tanti altri media, in un momento in cui i rapporti attendibili e onesti sono fondamentali. Se tutti quelli che leggono i nostri articoli, aiutano a sostenerlo, il nostro futuro sarebbe molto più sicuro. Con un minimo di € 1, puoi supportare il The Marsican Bear - e richiede solo un minuto. Grazie. Link per donazione: Donazione
Articolo precedenteTerremoto: È possibile riconoscere le “scosse premonitrici”?
Prossimo articoloVideo: L’eclissi di luna più lunga del secolo
Laureato in Scienze Ambientali e laureando nella magistrale di Biologia Ambientale è un vero appassionato della natura nella sua totalità. Fonda The marsican bear nel Marzo 2017 con l’utopico sogno di salvaguardare la Terra e far conoscere a più persone possibili le sue meraviglie, ma nel contempo mostrare la situazione critica che l’uomo ha creato su essa. Appassionato di fotografia, snorkeling, trekking e acquariofilia. Oltre ad essere fondatore e autore di The Marsican Bear, dal 2013 è collaboratore anche del più vasto e completo Magazine dedicato all’Acquario Marino italiano DaniReef.com, vantando un’esperienza ventennale nel mondo acquariofilo. La sua tesi in Scienze Ambientali era incentrata sui coralli con il titolo “Simbiosi tra Symbiodinium (Dinophyta) e Anthozoa (Cnidaria)”

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here