Quando ci troviamo in ambiente montano, che sia per lavoro o per piacere, dovremmo sempre tenere conto della possibilità di infortunio. A questo proposito, oggi parleremo della distorsione della caviglia e della chiamata di soccorso.

♦ Di Massimo Caula ♦

La distorsione della caviglia è uno degli infortuni più frequenti in montagna, soprattutto quando non si utilizzano scarpe adeguate.

Cos’è di preciso una distorsione?

Si definisce come “una temporanea perdita di contatto tra le due superfici articolari con possibile lesione delle strutture legamentose associate”.

Già dalla definizione si capisce che si tratta di una situazione reversibile ed in genere poco problematica ma da non sottovalutare, soprattutto in ambiente montano. Infatti, un infortunio del genere, anche se banale, può impedirci di camminare e chi frequenta la montagna sa quanto ciò possa essere problematico.

Come dovremmo comportarci quindi davanti ad una distorsione?

Inizio col dirvi che un  intervento immediato è senz’altro più efficace. Gli anglosassoni utilizzano per ricordare meglio la terapia R.I.C.E. (Rest, Ice, Compression, Elevation).

È dunque consigliato evitare di camminare e di compiere tutti i movimenti dolorosi, applicare del ghiaccio immediatamente dopo il trauma e comprimere con delle bende per evitare la formazione dell’edema. Infatti, il nostro obiettivo è quello di impedire che la caviglia si gonfi e l’unico modo per farlo è  intervenire nell’immediato: un intervento tardivo è molto meno efficace, se non inutile.

Il mio consiglio

Per concludere, il mio consiglio è quello di indossare scarpe adeguate e di portare sempre nello zaino del ghiaccio istantaneo e delle bende elastiche, che pesano poco e sono sufficienti a trattare questo tipo di traumi.

Vi suggeriamo la lettura di: Recensione Forclaz SH500 Warm: i scarponi da trekking base per tutte le condizioni atmosferiche

Se fossimo impossibilitati a proseguire e dovessimo chiamare i soccorsi?

Una chiamata quanto più esaustiva e rapida possibile è spesso in grado di migliorare la qualità del soccorso. Certo, c’è poco da dire davanti ad una distorsione, ma è cruciale fornire le informazioni più importanti in maniera chiara e veloce. Chi si è fatto male? Ha sbattuto la testa o la schiena cadendo? Ha qualche malattia? Dove è successo e da quanto? Ci sono altre persone con l’infortunato?

Sono tutte informazioni importanti e devono essere fornite in maniera chiara all’operatore del 112 o del soccorso alpino. Penseranno poi loro alla localizzazione e al trasporto dell’infortunato. Per questo il soccorso alpino utilizza varie strategie tra cui l’app ufficiale del CAIGeoresq” o la tecnologia “SMS locator”, entrambe in grado di fare arrivare le vostre coordinate alla centrale operativa tramite smartphone. È però importante che l’infortunato non si sposti dopo la chiamata.

Noi di The Marsican Bear ringraziamo il dottore Massimo Caula per questa collaborazione e per aver inaugurato questa nuova rubrica “Escursionismo”.

YouTube: Presentazione canale The Marsican Bear

Dal momento che sei qui ... ... abbiamo un piccolo favore da chiederti. Più persone stanno leggendo il The Marsican Bear, ma non abbiamo entrate. E a differenza di molti media, vogliamo mantenere il nostro servizio completamente gratuito. Quindi puoi capire perché dobbiamo chiedere il tuo aiuto. La divulgazione scientifica indipendente impegna molto tempo, denaro e duro lavoro. Ma lo facciamo perché crediamo che il nostro progetto sia importante. The Marsican Bear è indipendente dal punto di vista editoriale. La nostra divulgazione è libera da pregiudizi commerciali e non è influenzata da proprietari, politici o azionisti. Nessuno modifica il nostro editor. Nessuno dirige la nostra opinione. Questo è importante perché ci consente di divulgare in modo totalmente obiettivo. È ciò che ci rende diversi rispetto a tanti altri media, in un momento in cui i rapporti attendibili e onesti sono fondamentali. Se tutti quelli che leggono i nostri articoli, aiutano a sostenerlo, il nostro futuro sarebbe molto più sicuro. Con un minimo di € 1, puoi supportare il The Marsican Bear - e richiede solo un minuto. Grazie. Link per donazione: Donazione

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here