Non è stato un buon inizio del nuovo anno per l’Antartide, dall’ultimo aggiornamento rilasciato pochi giorni fa dal National Snow and Ice Data Center (NSDIC) risulta che l’estensione minima del ghiaccio marino antartico è da record.

Secondo i dati rilasciati pochi giorni fa dal rilasciato pochi giorni fa dal National Snow and Ice Data Center (NSDIC), a partire dal 1 ° gennaio 2019, l’estensione del ghiaccio marino antartico aveva registrato diversi giorni di minimi storici. Queste minime estensioni record, che seguono un periodo di rapida perdita di ghiaccio verificatasi a dicembre, esemplificano l’alta variabilità stagionale e annuale nel ghiaccio marino antartico. Rimangono da sei a otto settimane nella stagione di scioglimento, resta da vedere se la situazione attuale persisterà e porterà a un minimo annuale da record.

estensione del ghiaccio marino per il 1 ° gennaio 2019. Fonte: http://nsidc.org

Panoramica delle condizioni

Il 1 ° gennaio, l’estensione del ghiaccio marino antartico si è attestata a 5,47 milioni di chilometri quadrati, il livello più basso in questa data nel record satellitare (dal 1978). Questo valore è di 30.000 chilometri quadrati al di sotto del precedente minimo registrato per il 1 gennaio, fissato nel 2017, e di 1,88 milioni di chilometri quadrati al di sotto della media del 1981-2010. L’estensione è diminuita ad una velocità di 253.000 chilometri quadrati al giorno fino a dicembre, considerevolmente più veloce rispetto al periodo dal 1981 al 2010 per dicembre di 214.000 chilometri quadrati al giorno. In effetti, il tasso di perdita di ghiaccio nell’Antartide per dicembre 2018 è il più veloce nel record del satellite, sebbene vicino al 2010 e al 2005.

Derivato dallo strumento Charctic di NSIDC , questa serie temporale confronta le sei estensioni più basse di dicembre per il ghiaccio marino antartico. Per il record satellite di 40 anni, gli anni che si avvicinano maggiormente al 2018 sono il 1979 e il 2016. Si noti che le linee di estensione per il 1979 e il 1982 terminano il 30 dicembre perché i sensori satellitari più vecchi raccoglievano dati solo a giorni alterni. L’assenza di tendenza tardiva o precoce nelle estensioni più basse di dicembre indica la mancanza di una tendenza generale nel ghiaccio marino antartico. Fonte: http://nsidc.org

Fine dicembre 2018 nuovi minimi storici

Il 26 dicembre, l’estensione dei ghiacci marini antartici è scesa al di sotto del minimo per questa data, fissata nel 2016, e ha continuato a seguire il percorso sotto tutti gli altri anni. In particolare, il periodo novembre-dicembre 2016 è stato considerato un’escursione estrema di ghiaccio marino antartico al momento. Tuttavia, da allora l’estensione del ghiaccio marino antartico è rimasta continuamente al di sotto della mediana dal 1981 al 2010 e per lo più al di sotto dell’intervallo interquartile (inferiore al 75% dell’intervallo di valori di 30 anni). Questo cambiamento di comportamento, iniziato durante la primavera australe del 2016, contraddice le caratterizzazioni precedenti della copertura di ghiaccio marino dell’Antartide come lentamente in espansione, ma altamente variabile. Invece, un altro forte declino fino alla fine di dicembre del 2018 ha portato il livello sotto i livelli di novembre e dicembre 2016 a nuovi minimi storici.

P.s.

Si ritiene che le temperature dell’oceano antartico subiscano un oscillazione periodica (simile a quella di El Niño/La Niña) che innesca meccanismi che consentono l’espansione dei ghiacci che circondano l’Antartide a dispetto dell’innalzamento delle temperature globali (Centennial-scale Holocene climate variations amplified by Antarctic Ice Sheet discharge), e si riteneva che questo fenomeno era attivo e stava permettendo l’espansione, ma i dati dal 2016 stanno invece smentendo questa teoria visto che l’estensione continua a diminuire, segnando proprio in questi giorni il record in negativo.

Figura 3: Immagine di confronto estesa per il 1 ° dicembre 2018 e il 1 ° gennaio 2019. Credito immagine: Walt Meier, NSIDC.

Schemi spaziali di perdita

La rapida perdita di ghiaccio nel dicembre 2018 e all’inizio di gennaio 2019 ha esposto vaste aree dell’Oceano del Sud che sono tipicamente coperte di ghiaccio in questo periodo dell’anno. All’inizio di dicembre del 2018, una consistente fascia di ghiaccio circondò gran parte del continente antartico, sebbene regioni di acque aperte avessero cominciato ad apparire lungo parti della costa vicino alla piattaforma di ghiaccio di Amery e all’interno del ghiacciaio ad est del Mare di Weddell (Figura 3). Nonostante fosse coperto di ghiaccio all’inizio del mese, le concentrazioni erano piuttosto basse nella parte orientale di Weddell, nel Mar di Ross orientale e nella regione nord (e su entrambi i lati) dell’Amery. Queste aree sono state completamente sciolte. Rimangono molte altre aree di ghiaccio a bassa concentrazione, in particolare nel nord-est del mare di Weddell e nel nord del Mar di Ross (Figura 4). Queste aree dovrebbero sciogliersi presto.

Figura 4: Mappe di concentrazione e anomalie per il 31 dicembre 2018. Credito: dati sulla concentrazione di ghiaccio marino da NSIDC. Figura di Phil Reid, Australian Bureau of Meteorology.

Da sei a otto settimane rimangono nella stagione di fusione dell’Antartide. Se le estensioni giornaliere al minimo storico ora visibili continueranno e porteranno a un minimo stagionale non può essere previsto.

Conclusioni

Affermano gli scienziati di NSDIC : “Anche se è troppo presto per noi isolare ciò che ha causato il rapido declino di dicembre e il recente basso storico, è probabile che le condizioni atmosferiche insolite e le alte temperature superficiali del mare – fattori importanti nei minimi storici del 2016-2017 – stiano giocando un ruolo. Sfortunatamente, a partire da questo post la nostra solita fonte di dati atmosferici non è accessibile a causa del blocco del governo degli Stati Uniti.”

Riteniamo che la loro fonte sia Noaa.gov attualmente chiuso perché non riceve più finanziamenti da parte del governo degli Stati Uniti.

NSIDC continuerà a monitorare le basse condizioni del ghiaccio nell’Antartico e fornirà analisi aggiornate attraverso l’estate australe.

Fonte:  http://nsidc.org

Iscrivetevi alla pagina facebook @themarsicanbear cosi che vi arrivi la notifica quando uscirà il prossimo articolo. Se volete, seguite anche il profilo instagram @themarsicanbear.

La mia attrezzatura

Acquistando dai link qui sotto supporterai indirettamente The Marsican Bear

Le mie fotocamere

Canon EOS 760D

Polaroid Snap, Fotocamera Digitale a scatto istantaneo con Tecnologia di Stampa a Zero Inchiostro ZINK, Rosso
I miei obiettivi

Canon Obiettivo EF-S 17-55 mm f/2.8 IS USM

Sigma 258101, Obiettivo 105 mm f/2.8 Macro (Ex DG OS HSM) para Canon, Nero

Canon Teleobiettivo Compatto, 55-250 mm F/4-5.6 IS STM, Nero

Canon Obiettivo Zoom Universale, EF-S 18-55 mm 1:3.5-5.6 IS, 58 mm, Stabilizzato
Il mio zaino

Canon 300EG Zaino Monospalla

Il mio treppiede

Manfrotto MKCOMPACTADVBH Fotocamere digitali/film Nero treppiede

Flash

YONGNUO YN685 E-TTL HSS 1 / 8000s GN60 2.4G Speedlite Speedlight per Canon DSLR Compatibile con il Sistema Wireless YONGNUO 622C / 603

YongNuo yn622 C-kit wireless E-TTL flash Trigger kit con schermo LED per Canon tra cui 1 x yn622 C-tx controller and 1 x YN622 C Transceiver

Accessori

CP-Tech Bilore – Sistema di trasporto a cintura per fotocamere

B-Grip BGL Tracolla a Scorrimento, Nero

Canon BG-E18 Impugnatura Nero/Antracite

Dal momento che sei qui ... ... abbiamo un piccolo favore da chiederti. Più persone stanno leggendo il The Marsican Bear, ma non abbiamo entrate. E a differenza di molti media, vogliamo mantenere il nostro servizio completamente gratuito. Quindi puoi capire perché dobbiamo chiedere il tuo aiuto. La divulgazione scientifica indipendente impegna molto tempo, denaro e duro lavoro. Ma lo facciamo perché crediamo che il nostro progetto sia importante. The Marsican Bear è indipendente dal punto di vista editoriale. La nostra divulgazione è libera da pregiudizi commerciali e non è influenzata da proprietari, politici o azionisti. Nessuno modifica il nostro editor. Nessuno dirige la nostra opinione. Questo è importante perché ci consente di divulgare in modo totalmente obiettivo. È ciò che ci rende diversi rispetto a tanti altri media, in un momento in cui i rapporti attendibili e onesti sono fondamentali. Se tutti quelli che leggono i nostri articoli, aiutano a sostenerlo, il nostro futuro sarebbe molto più sicuro. Con un minimo di € 1, puoi supportare il The Marsican Bear - e richiede solo un minuto. Grazie. Link per donazione: Donazione

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here