Una volpe che porta fiera il suo bottino nel Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise.

Nuovo video della nostra amica Jessica D’Andrea, che ha ripreso una volpe che porta fiera il suo bottino (“forse un pezzo di un grosso animale predato dai lupi o chissà”) nel Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise.

Video:

Stasera questa volpe mangia!

16 gennaio 2019Sul calar della sera, al termine di una giornata un po' meno fredda delle precedenti, è passata questa volpe che portava fiera il suo bottino.Non sono riuscita a capire cosa fosse…forse un pezzo di un grosso animale predato dai lupi o chissà…ma senz'altro stasera s'è riempita la pancia per benino!

Pubblicato da JD Trek. L'Abruzzo a piedi su Mercoledì 16 gennaio 2019

Commenta cosi Jessica D’Andrea: “ Sul calar della sera, al termine di una giornata un po’ meno fredda delle precedenti, è passata questa volpe che portava fiera il suo bottino.

Non sono riuscita a capire cosa fosse…forse un pezzo di un grosso animale predato dai lupi o chissà…ma senz’altro stasera s’è riempita la pancia per benino! “

Cosa mangiano le volpi?

Le volpi hanno una delle diete più variegate nel mondo animale. Sono cacciatori esperti, catturano conigli, roditori, uccelli, rane e lombrichi e mangiano carogne. Tuttavia, le volpi non sono carnivore; sono in realtà onnivore e a seconda della stagione si nutrono anche di frutti di bosco e frutta. Le volpi urbane si cibano anche degli avanzi che trovano nei dintorni dei bidoni e cattureranno spesso piccioni e ratti.

I cuccioli di volpe entrano nel mondo sordi, ciechi e dipendenti dal latte materno. I cuccioli iniziano a mangiare cibo solido a circa quattro settimane e di solito sono completamente svezzati quando hanno 12 settimane.

Iscrivetevi alla pagina facebook @themarsicanbear cosi che vi arrivi la notifica quando uscirà il prossimo articolo. Se volete, seguite anche il profilo instagram @themarsicanbear.

YouTube:

Dal momento che sei qui ... ... abbiamo un piccolo favore da chiederti. Più persone stanno leggendo il The Marsican Bear, ma non abbiamo entrate. E a differenza di molti media, vogliamo mantenere il nostro servizio completamente gratuito. Quindi puoi capire perché dobbiamo chiedere il tuo aiuto. La divulgazione scientifica indipendente impegna molto tempo, denaro e duro lavoro. Ma lo facciamo perché crediamo che il nostro progetto sia importante. The Marsican Bear è indipendente dal punto di vista editoriale. La nostra divulgazione è libera da pregiudizi commerciali e non è influenzata da proprietari, politici o azionisti. Nessuno modifica il nostro editor. Nessuno dirige la nostra opinione. Questo è importante perché ci consente di divulgare in modo totalmente obiettivo. È ciò che ci rende diversi rispetto a tanti altri media, in un momento in cui i rapporti attendibili e onesti sono fondamentali. Se tutti quelli che leggono i nostri articoli, aiutano a sostenerlo, il nostro futuro sarebbe molto più sicuro. Con un minimo di € 1, puoi supportare il The Marsican Bear - e richiede solo un minuto. Grazie. Link per donazione: Donazione
Articolo precedenteVideo: Il Sangue Blu Più Costoso Al Mondo
Prossimo articoloMarsica Meteo: previsioni meteo per lunedì 21 gennaio 2019
Laureato in Scienze Ambientali e laureando nella magistrale di Biologia Ambientale è un vero appassionato della natura nella sua totalità. Fonda The marsican bear nel Marzo 2017 con l’utopico sogno di salvaguardare la Terra e far conoscere a più persone possibili le sue meraviglie, ma nel contempo mostrare la situazione critica che l’uomo ha creato su essa. Appassionato di fotografia, snorkeling, trekking e acquariofilia. Oltre ad essere fondatore e autore di The Marsican Bear, dal 2013 è collaboratore anche del più vasto e completo Magazine dedicato all’Acquario Marino italiano DaniReef.com, vantando un’esperienza ventennale nel mondo acquariofilo. La sua tesi in Scienze Ambientali era incentrata sui coralli con il titolo “Simbiosi tra Symbiodinium (Dinophyta) e Anthozoa (Cnidaria)”

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here