In Sud Africa un sub è stato risucchiato fortuitamente da una balena che stava banchettando con delle sardine.

Un evento molto insolito ha vissuto in mare aperto il sub Rainer Schimpf mentre stava filmando un banco di sardine al largo delle coste del Sud Africa.

Ha dichiaratp Schimpf: “Stavo cercando di ottenere uno scatto di uno squalo che attraversa un banco di sarde. In un momento è diventato buio e ho sentito una certa pressione sul fianco”.

Questo è l’incredibile momento in cui il sub è sfuggito incolume dal banchetto di una balena (Balaenoptera edeni edeni) dopo essere stato risucchiato nella bocca del grande mammifero.

La corsa delle sardine di Port Elizabeth

Il regista di Dive Expert Tours Rainer Schimpf, 51 anni, proveniente dal Sud Africa , era partito con la sua squadra di sommozzatori per documentare un banco di sardine, quando gli eventi hanno preso una svolta sorprendente al porto di Port Elizabeth, a est di Città del Capo.

Mr Schimpf e il suo team, che si erano divisi in due gruppi, stavano documentato la corsa delle sardine di Port Elizabeth.

La corsa delle sardine di Port Elizabeth è la più grande migrazione di animali nell’emisfero australe. Qui, in certi periodi dell’anno, sule, pinguini, foche, delfini, balene e squali lavorano tutti insieme per radunare pesci in palle da esca per catturarli facilmente.

Un incontro ravvicinato con una balena di Bryde

Sotto lo sguardo sbalordito dei suoi compagni, Schimpf è stato risucchiato involontariamente da una balena di Bryde (Balaenoptera edeni eden). C’era poco che Schimpf avrebbe potuto fare per evitare la situazione. Quando una creatura mastodontica come una balena di Bryde (che di solito è lunga circa 14 o 15 metri) apre la bocca per nutrirsi, inghiotte qualunque cosa si trovi sulla sua strada.

Fortunatamente la balena dopo due secondi ha aperto la bocca e ha rilasciato il sub. Il rischio poteva esserci se la balena immergendosi non avesse rilasciato velocemente il sub.

Conclusioni

Un evento insolito e del tutto casuale, che sicuramente avrà lasciato sorpreso sia il sub che il cetaceo.

Ovviamente la balena non si nutre di mammiferi. Come parte della famiglia delle Balaenopteridae, le balene di Bryde hanno un esofago relativamente piccolo (più piccolo delle dimensioni di un pallone da basket) adatto a mangiare piccole prede come il plancton, il krill e le sardine, ma non qualcosa di grande come un essere umano.

Iscrivetevi alla pagina facebook @themarsicanbear cosi che vi arrivi la notifica quando uscirà il prossimo bollettino meteo. Se volete, seguite anche il profilo instagram @themarsicanbear.

 

Dal momento che sei qui ... ... abbiamo un piccolo favore da chiederti. Più persone stanno leggendo il The Marsican Bear, ma non abbiamo entrate. E a differenza di molti media, vogliamo mantenere il nostro servizio completamente gratuito. Quindi puoi capire perché dobbiamo chiedere il tuo aiuto. La divulgazione scientifica indipendente impegna molto tempo, denaro e duro lavoro. Ma lo facciamo perché crediamo che il nostro progetto sia importante. The Marsican Bear è indipendente dal punto di vista editoriale. La nostra divulgazione è libera da pregiudizi commerciali e non è influenzata da proprietari, politici o azionisti. Nessuno modifica il nostro editor. Nessuno dirige la nostra opinione. Questo è importante perché ci consente di divulgare in modo totalmente obiettivo. È ciò che ci rende diversi rispetto a tanti altri media, in un momento in cui i rapporti attendibili e onesti sono fondamentali. Se tutti quelli che leggono i nostri articoli, aiutano a sostenerlo, il nostro futuro sarebbe molto più sicuro. Con un minimo di € 1, puoi supportare il The Marsican Bear - e richiede solo un minuto. Grazie. Link per donazione: Donazione

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here