Il WWF: “I leader mondiali non affrontano l’emergenza plastica, la mobilitazione sul clima non insegna nulla”.

Riportiamo un comunicato rilasciato dal WWF, nel quale si parla del risultato inconcludente della Quarta Assemblea delle Nazioni Unite sull’Ambiente (UNEA-4 – The 4th Session of the UN Environment Assembly, il più importante organismo decisionale globale sull’ambiente). Incontro svoltosi a partire dall’11 marzo a Nairobi.

Il WWF aveva sollecitato la definizione di un trattato legalmente vincolante all’inquinamento marino da plastica, trattato che a conclusione dell’incontro non ha visto l’avvio del processo di definizione. Risultato che è arrivato in concomitanza con la mobilitazione sul clima mondiale, momento in cui in tutto il mondo i giovani sono scesi in piazza per chiedere azioni efficaci contro il cambiamento climatico.

Comunicato stampa del WWF

A Nairobi i leader mondiali non affrontano l’emergenza plastica

La mobilitazione mondiale sul clima non insegna nulla

“I leader mondiali hanno clamorosamente fallito nel loro impegno per un’azione efficace contro la crisi sempre più acuta dovuta all’inquinamento da plastica e non ascoltano la società civile”, questo dichiara il WWF al termine della Quarta Assemblea delle Nazioni Unite sull’Ambiente (UNEA-4), conclusasi senza decisioni significative per contrastare l’inquinamento marino da plastica, proprio quando in tutto il mondo i giovani scendono in piazza in tutto per chiedere azioni efficaci contro il cambiamento climatico. Una risoluzione, approvata il 15 marzo a conclusione dell’incontro di UNEA-4 (il più importante organismo decisionale globale sull’ambiente) svoltosi a Nairobi a partire dall’11 marzo, che ha mancato di avviare il processo per la definizione di un trattato legalmente vincolante all’inquinamento marino da plastica, come richiesto dal WWF. Un risultato questo che si è avuto nonostante un grande numero di Paesi, tra cui l’Italia, abbia riconosciuto la necessità di un’azione a favore di un accordo globale vincolante.

Provvedimento Salva Mare

“Ringraziamo il Ministro dell’Ambiente Sergio Costa per il suo impegno ad UNEA-4 a conferma della leadership su scala europea del nostro Paese per il bando progressivo della plastica. Ma l’’inquinamento marino da plastica non ha confini e la risoluzione approvata a Nairobi non prevede l’avvio di una vera assunzione di responsabilità globale sulle emergenze ambientali richiesta da tutte le piazza del mondo. È bene che l’Italia, come è avvenuto con il bando degli shopper, stia sempre all’avanguardia approvando al più presto l’atteso provvedimento Salva Mare, Infatti, è bene sempre ricordare, come dimostrato dal report WWF sulla plastica, che l’Italia produce 4,5 milioni di tonnellate di rifiuti plastici, di cui 497 mila (l’11%) sono dispersi in natura (mentre: 1,4 mln sono conferiti in discarica, 1,5 mln inceneriti, 1,2 mln riciclati)” – ricorda la presidente del WWF Italia, Donatella Bianchi. “Oltre 8 milioni di tonnellate di plastica vanno a finire negli oceani ogni anno ed entro il 2030 è previsto il raddoppio della dispersione di rifiuti plastici in natura, con gli oceani sempre i più colpiti. I governi del mondo hanno deciso di non entrare in azione. UNEA-4 era un’opportunità per i leader mondiali per prendere impegni seri e tangibili per contrastare questa crisi globale.

Conclusioni

Questo esito è davvero deludente e mette in discussione la capacità dei leader mondiali di ascoltare la forte richiesta di un’azione immediata che viene dai cittadini m nel contempo chiede a tutti i Paesi di fare il massimo per arginare l’inquinamento marino da plastica”, commenta Marco Lambertini, direttore generale del WWF internazionale. Il WWF proseguirà la sua azione di pressione chiedendo ai cittadini di firmare la Petizione globale: è indispensabile ottenere un trattato che stabilisca obiettivi nazionali vincolanti e meccanismi trasparenti di rendicontazione da estendere alle stesse imprese e che sostenga i paesi meno ricchi a migliorare la loro capacità di gestione del ciclo dei rifiuti. L’impegno del WWF su scala globale e nazionale continua e si rafforza.

Iscrivetevi alla pagina facebook @themarsicanbear cosi che vi arrivi la notifica quando uscirà il prossimo articolo. Se volete, seguite anche il profilo instagram @themarsicanbear.

La mia attrezzatura

Acquistando dai link qui sotto supporterai indirettamente The Marsican Bear

Le mie fotocamere

Canon EOS 760D

Polaroid Snap, Fotocamera Digitale a scatto istantaneo con Tecnologia di Stampa a Zero Inchiostro ZINK, Rosso
I miei obiettivi

Canon Obiettivo EF-S 17-55 mm f/2.8 IS USM

Sigma 258101, Obiettivo 105 mm f/2.8 Macro (Ex DG OS HSM) para Canon, Nero

Canon Teleobiettivo Compatto, 55-250 mm F/4-5.6 IS STM, Nero

Canon Obiettivo Zoom Universale, EF-S 18-55 mm 1:3.5-5.6 IS, 58 mm, Stabilizzato
Il mio zaino

Canon 300EG Zaino Monospalla

Il mio treppiede

Manfrotto MKCOMPACTADVBH Fotocamere digitali/film Nero treppiede

Flash

YONGNUO YN685 E-TTL HSS 1 / 8000s GN60 2.4G Speedlite Speedlight per Canon DSLR Compatibile con il Sistema Wireless YONGNUO 622C / 603

YongNuo yn622 C-kit wireless E-TTL flash Trigger kit con schermo LED per Canon tra cui 1 x yn622 C-tx controller and 1 x YN622 C Transceiver

Accessori

CP-Tech Bilore – Sistema di trasporto a cintura per fotocamere

B-Grip BGL Tracolla a Scorrimento, Nero

Canon BG-E18 Impugnatura Nero/Antracite

Dal momento che sei qui ... ... abbiamo un piccolo favore da chiederti. Più persone stanno leggendo il The Marsican Bear, ma non abbiamo entrate. E a differenza di molti media, vogliamo mantenere il nostro servizio completamente gratuito. Quindi puoi capire perché dobbiamo chiedere il tuo aiuto. La divulgazione scientifica indipendente impegna molto tempo, denaro e duro lavoro. Ma lo facciamo perché crediamo che il nostro progetto sia importante. The Marsican Bear è indipendente dal punto di vista editoriale. La nostra divulgazione è libera da pregiudizi commerciali e non è influenzata da proprietari, politici o azionisti. Nessuno modifica il nostro editor. Nessuno dirige la nostra opinione. Questo è importante perché ci consente di divulgare in modo totalmente obiettivo. È ciò che ci rende diversi rispetto a tanti altri media, in un momento in cui i rapporti attendibili e onesti sono fondamentali. Se tutti quelli che leggono i nostri articoli, aiutano a sostenerlo, il nostro futuro sarebbe molto più sicuro. Con un minimo di € 1, puoi supportare il The Marsican Bear - e richiede solo un minuto. Grazie. Link per donazione: Donazione

2 Commenti

  1. Non vedo sento mai parlare delle buste della spesa biocompostabili ,ho messo una busta immersa in un barattolo d’acqua ,dopo 10 mesi la busta era intatta.
    Mi domando se queste buste arrivano in mare sono come le buste di plastica pvc.
    Forse gli interessi sono troppo grandi x non parlare di questo prodotto compostabile,

    • Ciao grazie della segnalazione, cercheremo di approfondire l’argomento ed eventualmente ne realizzeremo un articolo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here