In un nuovo studio viene descritto il più grande esemplare di Tyrannosaurus rex mai scoperto.

 

Nel nuovo studio “An Older and Exceptionally Large Adult Specimen of Tyrannosaurus rex” pubblicato il 21 marzo 2019 su The Anatomical Record dai paleontologi dell’Università di Alberta, viene descritto lo scheletro del più grande esemplare di Tyrannosaurus rex mai scoperto.

Ha dichiarato Scott Persons, autore principale dello studio e ricercatore post-doc all’Università dell’Alberta: “Questo è il re dei T-rex. C’è una considerevole variabilità di dimensioni tra i Tyrannosaurus: alcuni individui erano più snelli di altri e alcuni erano più robusti. Scotty ( soprannome dato al T-rex) esemplifica il robusto. Prendendo misure accurate delle sue gambe, fianchi e anche della spalla, Scotty è risultato essere più pesante degli altri esemplari di T-rex finora scoperti. ”

La scoperta

Lo scheletro, relativamente completo (circa il 65%), fu scoperto per la prima volta nel 1991, in un sito del Saskatchewan, in Canada.

Ma i paleontologi, a causa della dura arenaria che racchiudeva le ossa, hanno impiegato più di un decennio per recuperare lo scheletro. Solo recentemente gli scienziati sono stati in grado di assemblare e studiare Scotty, comprendendo quanto questo esemplare sia unico.

Scotty

Scotty, soprannominato cosi per una bottiglia celebrativa di scotch aperta la notte in cui è stato scoperto, ha le ossa delle gambe che suggeriscono un peso vivo di oltre 8.800 kg, rendendolo il più grande di tutti gli altri dinosauri carnivori (il peso stimato dello Spinosaurus  è di soli 1.630 chili circa). Non sono solo le dimensioni e il peso di Scotty a distinguerlo ma anche l’età, 28 anni.

Ha affermato il Dott. Persons: “Secondo gli standard dei tirannosauri, ha avuto una vita insolitamente lunga. Ed era anche violento. Gli sfridi ritrovati sullo scheletro sono patologici – punti in cui l’osso sfregiato ha registra grandi lesioni”.

Tra le ferite di Scotty ci sono costole rotte, una mascella infetta, e quello che potrebbe essere un morso di un altro T. rex sulla sua coda.

Conclusioni

Dichiara Scott Persons: “Con il ritrovamento di nuovi fossili di teropodi, verranno portati alla luce anche esemplari simili a Scotty, caratterizzati da dimensioni incredibilmente grandi e da un’età particolarmente avanzata. Non sarei affatto sorpreso se emergesse che questi animali avessero dimensioni del corpo simili o persino maggiori a quelle di T. rex”.

Nel maggio 2019 in una mostra presso il Royal Saskatchewan Museum sarà in esposizione Scotty.

Journal Reference:

  1. W. Scott Persons, Philip J. Currie, Gregory M. Erickson. An Older and Exceptionally Large Adult Specimen of Tyrannosaurus rexThe Anatomical Record, 2019; DOI: 10.1002/ar.24118

Iscrivetevi alla pagina facebook @themarsicanbear cosi che vi arrivi la notifica quando uscirà il prossimo articolo. Se volete, seguite anche il profilo instagram @themarsicanbear.

Dal momento che sei qui ... ... abbiamo un piccolo favore da chiederti. Più persone stanno leggendo il The Marsican Bear, ma non abbiamo entrate. E a differenza di molti media, vogliamo mantenere il nostro servizio completamente gratuito. Quindi puoi capire perché dobbiamo chiedere il tuo aiuto. La divulgazione scientifica indipendente impegna molto tempo, denaro e duro lavoro. Ma lo facciamo perché crediamo che il nostro progetto sia importante. The Marsican Bear è indipendente dal punto di vista editoriale. La nostra divulgazione è libera da pregiudizi commerciali e non è influenzata da proprietari, politici o azionisti. Nessuno modifica il nostro editor. Nessuno dirige la nostra opinione. Questo è importante perché ci consente di divulgare in modo totalmente obiettivo. È ciò che ci rende diversi rispetto a tanti altri media, in un momento in cui i rapporti attendibili e onesti sono fondamentali. Se tutti quelli che leggono i nostri articoli, aiutano a sostenerlo, il nostro futuro sarebbe molto più sicuro. Con un minimo di € 1, puoi supportare il The Marsican Bear - e richiede solo un minuto. Grazie. Link per donazione: Donazione

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here