Un ambientalista ha catturato immagini della spiaggia di Tenerife ricoperta dalla plastica.

Secondo una ricerca del 2018 pubblicata sulla rivista Nature c’è abbastanza plastica nell’Oceano Pacifico per coprire la superficie della Francia tre volte.

Conosciuta come la “Great Pacific Garbage Patch“, questa massa di plastica galleggiante è costituita dai resti di tonnellate di bottiglie, posate di plastica e piatti. E una grande quantità di questa plastica finisce sulla costa.

Un video registrato il 24 marzo scorso mette in evidenza l’entità sconvolgente dell’inquinamento da plastica sulla spiaggia di Tenerife, una delle isole delle Canarie.

Girato sulla spiaggia di Playa Grande vicino alla città costiera di Poris de Abona, il video mostra la sabbia coperta da piccoli pezzi di plastica.

Video:

😭😭😭😭😭😭😭😭😭 y esto aquí mismo en Tenerife , como dice la chica no hace falta irse a Indonesia 😥😥😥😥

Pubblicato da Saul Garcia Rodriguez su Lunedì 25 marzo 2019

Il video è stato girato da María Celma, fondatrice del gruppo di pulizia oceanica Océano Limpio Tenerife.

Dichiara Celma: “Una pulizia era stata organizzata da un’altra organizzazione quel giorno e quando ho visto la spiaggia in quel modo, ho deciso di realizzare il video”.

Nel video, lei afferma che non è necessario “andare in una spiaggia in Indonesia” per trovare una costa coperta di plastica.

Celma ha affermato che c’era un sacco di plastica il giorno in cui ha fatto la registrazione, ma spiega che è difficile trovare un giorno in cui Playa Grande sia completamente pulita.

“Qualunque giorno tu vada, trovi la plastica”, spiega. “Anche quando finiamo di pulire la spiaggia, non è pulita. ”

Le microplastiche

Lo scorso fine settimana, il gruppo R & S Clean Ocean Tenerife ha partecipato a una pulizia in una delle spiagge della zona. Il risultato parla da solo. Le microplastiche stanno invadendo tutto.

Spiega Celma: “Questa spiaggia [Playa Grande] si distingue per due motivi: perché molta plastica viene trasportata sulla spiaggia e perché su di essa è molto appariscente. Dato che è una spiaggia sabbiosa, tutta la plastica è facilmente visibile. Ma ci sono spiagge rocciose che sono molto più sporche ma te ne rendi conto solo quando sollevi le rocce “.

Spiega May Gómez, professore di biologia presso l’Università di Las Palmas di Gran Canaria (ULPGC) e ricercatore presso EOMAR, un gruppo che si concentra sull’eco-fisiologia degli organismi marini: “Le Canarie formano una barriera naturale contro la Corrente del Golfo e la sua propaggine, la corrente delle Canarie, il che significa che agisce come un netturbino per ciò che si trova nel Nord Atlantico.”

In questa mappa, pubblicata dalla rivista scientifica Proceeding National Academy of Sciences , puoi vedere come le correnti trascinano la plastica in tutto il mondo.

Conclusioni

Fortunatamente l’Europa ha finalmente fatto un piccolo passo approvando la legge che vieta l’utilizzo di alcuni prodotti monouso di plastica (leggi qui). Ma questo ovviamente non basta perchè bisogna assolutamente trovare una soluzione per la plastica già presente se si vogliono evitare situazioni del genere:

Sardegna, capodoglio morto con plastica nello stomaco

Filippine, balena morta con 40 chilogrammi di plastica nello stomaco

Iscrivetevi alla pagina facebook @themarsicanbear cosi che vi arrivi la notifica quando uscirà il prossimo articolo. Se volete, seguite anche il profilo instagram @themarsicanbear.

YouTube:

Dal momento che sei qui ... ... abbiamo un piccolo favore da chiederti. Più persone stanno leggendo il The Marsican Bear, ma non abbiamo entrate. E a differenza di molti media, vogliamo mantenere il nostro servizio completamente gratuito. Quindi puoi capire perché dobbiamo chiedere il tuo aiuto. La divulgazione scientifica indipendente impegna molto tempo, denaro e duro lavoro. Ma lo facciamo perché crediamo che il nostro progetto sia importante. The Marsican Bear è indipendente dal punto di vista editoriale. La nostra divulgazione è libera da pregiudizi commerciali e non è influenzata da proprietari, politici o azionisti. Nessuno modifica il nostro editor. Nessuno dirige la nostra opinione. Questo è importante perché ci consente di divulgare in modo totalmente obiettivo. È ciò che ci rende diversi rispetto a tanti altri media, in un momento in cui i rapporti attendibili e onesti sono fondamentali. Se tutti quelli che leggono i nostri articoli, aiutano a sostenerlo, il nostro futuro sarebbe molto più sicuro. Con un minimo di € 1, puoi supportare il The Marsican Bear - e richiede solo un minuto. Grazie. Link per donazione: Donazione

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here