Grazie all’intervento di Animals Asia due orsetti sono stati sottratti dalle angherie di un circo in Vietnam dove venivano costretti ad esibirsi su uno scooter.

Sugar e Spice, i due orsetti di un anno che nella loro breve vita non hanno mai calpestato l’erba di un bosco, ma solo il Central Circusi, un circo di Hanoi in Vietnam. Venivano costretti ad esibirsi su un motorino con addosso dei buffi vestiti per far ridere il pubblico.

Sapevano eseguire alla perfezione alcuni numeri, come alzarsi in piedi, sedersi e sorridere, ma ciò nonostante non erano indifferenti a gli incidenti: sui loro corpi, infatti, sono state ritrovate delle cicatrici, in particolare Sugar aveva danni ai denti e Spice presentava una cicatrice sul polso, probabilmente una ferita subita durante la sua cattura in natura. 

I volontari di Animals Asia insieme alla polizia locale, venuti a conoscenza delle angherie a cui venivano sottoposti i due orsi e ai pericoli a cui andavano incontro quotidianamente, si sono presentati sotto i tendoni del circo. Tuan Bendixsen, direttore di Animals Asia ha dichiarato: “Siamo molto grati alle autorità per aver intrapreso azioni rapide e inviato un chiaro messaggio ai circhi in tutto il paese, ovvero che non sono al di sopra delle leggi sulla fauna selvatica della nazione.”

Orsi della Luna

In Vietnam, Cina e Corea gli Orsi della Luna (Ursus thibetanus), così chiamati per la loro caratteristica macchia a forma di luna crescente sul petto, vengono torturati per l’estrazione della loro preziosa bile, utilizzata nella medicina tradizionale.

Chi elude questa terribile pratica finisce nei circhi, ove in un modo o nell’altro non riesce a sottrarsi alle torture, nonostante l’esistenza di leggi che prevedono la tutela di questa specie di plantigrado in via di estinzione. 

Trasferiti in un santuario

Una squadra di medici ha preso in carico i due orsetti che ora saranno trasferiti nel santuario Vietnam Bear Rescue Center. Oltre ai danni fisici non saranno più in grado di vivere in maniera indipendente: non potranno più badare a se stessi in una foresta, ma potranno perlomeno vivere a contatto con la natura lontano dalla cattiveria di certi esseri poco umani. 

Al santuario avranno accesso a grandi recinti all’aperto semi-naturali pieni di alberi, erba, strutture per arrampicarsi, piscine e mucchi di roccia.

Quando saranno abbastanza grandi, verranno integrati in una comunità già consolidata dove il duo troverà ulteriori stimoli.

Conclusioni

Nonostante il Central Circus di Hanoi possieda anche altre specie a rischio, inclusi orsi, macachi, pitoni ed elefanti, Animals Asia non è riuscita a liberare questi esemplari perché il circo risulta avere i documenti necessari al loro possesso.

Un’indagine condotta da Animals Asia nel 2017 ha rivelato che i circhi in Vietnam costringono sistematicamente specie protette ad esibirsi in ‘spettacoli’, ed il 100% delle strutture considerate non soddisfava nemmeno le più basilari necessità degli animali.

Ad oggi, nessuna struttura è riuscita a spiegare l’origine delle specie protette in loro possesso. Il salvataggio di Sugar e Spice rappresenta il primo caso in cui le autorità vietnamite hanno deciso di intraprendere azioni punitive contro un circo o una struttura turistica in possesso di animali appartenenti a specie protette.

Le strutture non sono in grado di far riprodurre gli orsi in cattività, e la loro caccia e vendita è illegale – ci si chiede quindi quale sia l’origine di questi animali.

Animals Asia ha lanciato una petizione per chiedere al governo vietnamita di vietare le esibizioni con animali selvatici, e il trasferimento degli esemplari coinvolti in centri di recupero riconosciuti e riserve.

Iscrivetevi alla pagina facebook @themarsicanbear cosi che vi arrivi la notifica quando uscirà il prossimo articolo. Se volete, seguite anche il profilo instagram @themarsicanbear.

La mia attrezzatura

Acquistando dai link qui sotto supporterai indirettamente The Marsican Bear

Le mie fotocamere

Canon EOS 760D

Polaroid Snap, Fotocamera Digitale a scatto istantaneo con Tecnologia di Stampa a Zero Inchiostro ZINK, Rosso
I miei obiettivi

Canon Obiettivo EF-S 17-55 mm f/2.8 IS USM

Sigma 258101, Obiettivo 105 mm f/2.8 Macro (Ex DG OS HSM) para Canon, Nero

Canon Teleobiettivo Compatto, 55-250 mm F/4-5.6 IS STM, Nero

Canon Obiettivo Zoom Universale, EF-S 18-55 mm 1:3.5-5.6 IS, 58 mm, Stabilizzato
Il mio zaino

Canon 300EG Zaino Monospalla

Il mio treppiede

Manfrotto MKCOMPACTADVBH Fotocamere digitali/film Nero treppiede

Flash

YONGNUO YN685 E-TTL HSS 1 / 8000s GN60 2.4G Speedlite Speedlight per Canon DSLR Compatibile con il Sistema Wireless YONGNUO 622C / 603

YongNuo yn622 C-kit wireless E-TTL flash Trigger kit con schermo LED per Canon tra cui 1 x yn622 C-tx controller and 1 x YN622 C Transceiver

Accessori

CP-Tech Bilore – Sistema di trasporto a cintura per fotocamere

B-Grip BGL Tracolla a Scorrimento, Nero

Canon BG-E18 Impugnatura Nero/Antracite

Dal momento che sei qui ... ... abbiamo un piccolo favore da chiederti. Più persone stanno leggendo il The Marsican Bear, ma non abbiamo entrate. E a differenza di molti media, vogliamo mantenere il nostro servizio completamente gratuito. Quindi puoi capire perché dobbiamo chiedere il tuo aiuto. La divulgazione scientifica indipendente impegna molto tempo, denaro e duro lavoro. Ma lo facciamo perché crediamo che il nostro progetto sia importante. The Marsican Bear è indipendente dal punto di vista editoriale. La nostra divulgazione è libera da pregiudizi commerciali e non è influenzata da proprietari, politici o azionisti. Nessuno modifica il nostro editor. Nessuno dirige la nostra opinione. Questo è importante perché ci consente di divulgare in modo totalmente obiettivo. È ciò che ci rende diversi rispetto a tanti altri media, in un momento in cui i rapporti attendibili e onesti sono fondamentali. Se tutti quelli che leggono i nostri articoli, aiutano a sostenerlo, il nostro futuro sarebbe molto più sicuro. Con un minimo di € 1, puoi supportare il The Marsican Bear - e richiede solo un minuto. Grazie. Link per donazione: Donazione

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here