“Chi è l’orso” è il titolo del video in cui in nove minuti vengono presentate le caratteristiche biologiche principali dell’orso. Inoltre addetti forestali spiegano i comportamenti che è consigliato adottare in caso di incontro con il plantigrado.

Foto di Giovanni Ares Lo Re

Generalmente gli orsi sono molto elusivi. Percepiscono l’uomo come un pericolo e cercano quindi di evitarlo. Comunque gli incontri possono capitare. Se viviamo o visitiamo un’area in cui sono presenti orsi, è quindi utile conoscere il comportamento della specie e saper valutare le circostanze di un eventuale incontro con un orso, per poterci comportare correttamente.

Video:

Come comportarsi in caso di incontro con un orso?

Generalmente, la cosa più importante è mantenere sempre la calma e valutare la situazione quando incontriamo un orso. Il prossimo passo dipende dalle seguenti situazioni. La reazione più comune di un orso quando si accorge della presenza umana è di abbandonare immediatamente l’area, il più delle volte ancora prima che noi possiamo notare la sua presenza. In altri casi, l’orso si alza sulle zampe posteriori: non si tratta di una postura aggressiva, bensì di un suo modo per osservare meglio i dintorni.

Come comportarsi:

  • Quando incontriamo un orso, in linea generale la cosa più importante è mantenere sempre la calma e valutare la situazione per decidere i passi successivi da fare.
  • Quando scorgiamo un orso a distanza, torniamo indietro lungo la via da cui siamo arrivati dando così all’orso lo spazio necessario per proseguire il suo percorso. Non scappiamo!
  • Può succedere che l’orso si alzi sulle zampe posteriori o si avvicini a noi senza averci visto: gli orsi infatti non hanno una vista molto sviluppata, e può quindi accadere che non si accorgano subito della presenza umana. In questi casi facciamo notare la nostra presenza parlando in maniera calma, in modo che l’orso possa accorgersi di noi pur senza percepirci come un pericolo. Con grande probabilità l’orso indietreggerà immediatamente. In ogni caso continuiamo ad osservare il comportamento dell’orso.
  • Se abbiamo un incontro ravvicinato con un orso (anche se si tratta di una femmina con i piccoli), fermiamoci, stiamo calmi e indietreggiamo lentamente senza fare movimenti bruschi e senza gridare.
  • Non lanciamo pietre o altri oggetti verso l’orso. Un orso che si sente attaccato potrebbe reagire e il rischio di una reazione aggressiva aumenta.
  • In casi eccezionali, un orso potrebbe fare un falso attacco, senza contatto fisico, per spaventare e allontanare una presenza non gradita.
  • Se l’orso ci attacca, non reagiamo. Stiamo fermi o distendiamoci lentamente a terra a faccia in giù. Con grande probabilità l’orso si fermerà vicino a noi senza alcun contatto fisico.
  • È difficile capire a priori se siamo di fronte ad un falso attacco, perciò fingere di essere morti comunque prima del contatto induce l’orso a capire che non rappresentiamo un pericolo. Quando ci distendiamo a terra mettiamo le mani sul collo o sulla faccia per proteggerci. Restiamo passivi cercando di rimanere più fermi possibile finché l’orso termina l’attacco. Prima di rialzarci, verifichiamo che l’orso non sia più nei paraggi.
  • Teniamo presente che gli orsi sanno arrampicarsi sugli alberi meglio di noi e che correndo possono raggiungere i 50 km/h. Perciò non cerchiamo di sfuggire ad un orso scalando un albero o scappando, a meno che non siamo in grado di raggiungere un posto sicuro (ad esempio l’interno di una macchina) in pochi passi.
Foto di Giovanni Ares Lo Re

Comportamento che si deve adottare quando si effettua fotografia naturalistica:

  • Non utilizzare alcun tipo di esca
  • Evitare di divulgare il luogo esatto dell’eventuale avvistamento
  • Rispettare i regolamenti vigenti all’interno delle aree protette
  • Non disturbare l’animale in alcun modo
  • NON INSEGUIRLO ASSOLUTAMENTE CON L’AUTO

Iscrivetevi alla pagina facebook @themarsicanbear cosi che vi arrivi la notifica quando uscirà il prossimo articolo. Se volete, seguite anche il profilo instagram @themarsicanbear.

 

Dal momento che sei qui ... ... abbiamo un piccolo favore da chiederti. Più persone stanno leggendo il The Marsican Bear, ma non abbiamo entrate. E a differenza di molti media, vogliamo mantenere il nostro servizio completamente gratuito. Quindi puoi capire perché dobbiamo chiedere il tuo aiuto. La divulgazione scientifica indipendente impegna molto tempo, denaro e duro lavoro. Ma lo facciamo perché crediamo che il nostro progetto sia importante. The Marsican Bear è indipendente dal punto di vista editoriale. La nostra divulgazione è libera da pregiudizi commerciali e non è influenzata da proprietari, politici o azionisti. Nessuno modifica il nostro editor. Nessuno dirige la nostra opinione. Questo è importante perché ci consente di divulgare in modo totalmente obiettivo. È ciò che ci rende diversi rispetto a tanti altri media, in un momento in cui i rapporti attendibili e onesti sono fondamentali. Se tutti quelli che leggono i nostri articoli, aiutano a sostenerlo, il nostro futuro sarebbe molto più sicuro. Con un minimo di € 1, puoi supportare il The Marsican Bear - e richiede solo un minuto. Grazie. Link per donazione: Donazione

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here