Ancora un lungo avvistamento dell’orso bruno marsicano da parte della nostra amica Jessica D’Andrea.

♦ Di Jessica D’Andrea 

Un orso è comparso a distanza e lo abbiamo ammirato per un’ora e mezzo.

Alla calda luce del tramonto si spostava da un ramno all’altro facendoci sorridere per le evoluzioni che inventava per abbassare i rami e mangiare le bacche mature.

Quando siamo ridiscesi lungo il sentiero per tornare a casa, era ancora lì, ormai quasi invisibile alle ultimissime luci del giorno.

Quest’anno la natura del Parco non smette di regalare emozioni e soddisfazioni, mostrando i suoi animali più rari con grande generosità, liberi nelle loro montagne. Osservarli con rispetto e a distanza permette a noi di fare esperienze indimenticabili e a loro di continuare a vivere in pace.

Video:

Orso 20 agosto 2019

Ancora un lungo avvistamento, quello di martedì 20 agosto!Un orso è comparso a distanza e lo abbiamo ammirato per un'ora e mezzo.Alla calda luce del tramonto si spostava da una ramno all'altro facendoci sorridere per le evoluzioni che inventava per abbassare i rami e mangiare le bacche mature.Quando siamo riscesi lungo il sentiero per tornare a casa, era ancora lì, ormai quasi invisibile alle ultimissime luci del giorno.Quest'anno la natura del Parco non smette di regalare emozioni e soddisfazioni, mostrando i suoi animali più rari con grande generosità, liberi nelle loro montagne. Osservarli con rispetto e a distanza permette a noi di fare esperienze indimenticabili e a loro di continuare a vivere in pace.Capita, e non è un segreto, che alcuni orsi si avvicinino ai paesi, dentro e fuori l'area del Parco, attirati da cibo facile da procurarsi: pollai non protetti, frutteti abbandonati…questi orsi sono esposti a pericoli continui: spavento causato da chi li insegue nei centri abitati per fotografarli, incidenti, al peggio anche bracconaggio. Una giovane orsa è stata investita vicino Rionero Sannitico ieri, e l'investitore è fuggito. Nulla di più triste, una perdita immensa, che poteva essere evitata andando a velocità ridotta. Molti lamentano che non ci sono controlli a sufficienza sulle strade o sulle montagne, ma io penso che qualcosa sfugge sempre ad ogni controllo…il controllo su tutte le strade, in ogni angolo di mondo, non è possibile farlo: sta a ciascuno prendere coscienza che non siamo soli sulla terra, che condividiamo questo pianeta con animali e piante che hanno diritto al loro spazio quanto noi, che quando questo spazio diventa comune dobbiamo imparare a fare le nostre cose diversamente, per rispetto verso di loro. Iniziando ad esempio ad andare piano con le auto, anche fuori dal Parco..che gli orsi non lo sanno che qui è Parco e un po' più in là non lo è…Jessica D'Andrea

Pubblicato da JD Trek. L'Abruzzo a piedi su Venerdì 23 agosto 2019

Una perdita immensa

Capita, e non è un segreto, che alcuni orsi si avvicinino ai paesi, dentro e fuori l’area del Parco, attirati da cibo facile da procurarsi: pollai non protetti, frutteti abbandonati…questi orsi sono esposti a pericoli continui: spavento causato da chi li insegue nei centri abitati per fotografarli, incidenti, al peggio anche bracconaggio.

Una giovane orsa è stata investita vicino Rionero Sannitico ieri (22 agosto 2019), e l’investitore è fuggito.

Suggeriamo la lettura di: Investito un orso bruno marsicano a Rionero Sannitico. L’animale è deceduto.

Nulla di più triste, una perdita immensa, che poteva essere evitata andando a velocità ridotta. Molti lamentano che non ci sono controlli a sufficienza sulle strade o sulle montagne, ma io penso che qualcosa sfugge sempre ad ogni controllo…il controllo su tutte le strade, in ogni angolo di mondo, non è possibile farlo: sta a ciascuno prendere coscienza che non siamo soli sulla terra, che condividiamo questo pianeta con animali e piante che hanno diritto al loro spazio quanto noi, che quando questo spazio diventa comune dobbiamo imparare a fare le nostre cose diversamente, per rispetto verso di loro. Iniziando ad esempio ad andare piano con le auto, anche fuori dal Parco..che gli orsi non lo sanno che qui è Parco e un po’ più in là non lo è…

Jessica D’Andrea Mostra meno

Iscrivetevi alla pagina facebook @themarsicanbear cosi che vi arrivi la notifica quando uscirà il prossimo articolo. Se volete, seguite anche il profilo instagram @themarsicanbear.

Dal momento che sei qui ... ... abbiamo un piccolo favore da chiederti. Più persone stanno leggendo il The Marsican Bear, ma non abbiamo entrate. E a differenza di molti media, vogliamo mantenere il nostro servizio completamente gratuito. Quindi puoi capire perché dobbiamo chiedere il tuo aiuto. La divulgazione scientifica indipendente impegna molto tempo, denaro e duro lavoro. Ma lo facciamo perché crediamo che il nostro progetto sia importante. The Marsican Bear è indipendente dal punto di vista editoriale. La nostra divulgazione è libera da pregiudizi commerciali e non è influenzata da proprietari, politici o azionisti. Nessuno modifica il nostro editor. Nessuno dirige la nostra opinione. Questo è importante perché ci consente di divulgare in modo totalmente obiettivo. È ciò che ci rende diversi rispetto a tanti altri media, in un momento in cui i rapporti attendibili e onesti sono fondamentali. Se tutti quelli che leggono i nostri articoli, aiutano a sostenerlo, il nostro futuro sarebbe molto più sicuro. Con un minimo di € 1, puoi supportare il The Marsican Bear - e richiede solo un minuto. Grazie. Link per donazione: Donazione

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here