Da Marsica Meteo: 2 anni fa il terremoto di Magliano de’ Marsi (Aq) di mw 3.7

Aggiornamento sismicità marsica▪️

↪️ 2 anni fa il terremoto di Magliano de’ Marsi (Aq) di mw 3.7

Il 10 settembre 2017, esattamente due anni fa, un terremoto di Mw 3.7 colpí la zona dei piani palentini con epicentro fra i comuni di Magliano dei Marsi e Scurcola marsicana. Dopo questo evento, percepito nettamente in tutta la Marsica, sono seguite pochissime repliche di bassissima magnitudo (1.0-1.9) e negli ultimi mesi l’attività sismica in quell’area era praticamente cessata.

Tuttavia, come spiegato in molte occasioni, prima o poi le repliche sarebbero arrivate, anche con mesi di distanza. Ed ecco quindi il 2.6 dello scorso 3 agosto, fino ad ora la replica più “forte” dopo la scossa di 3.7.

Affrontare con tranquillità questo tema in tempi di calma

Forse è inutile parlare adesso di terremoto, perché le persone tendono a dimenticare la paura dopo pochi giorni e a nascondere la testa sotto la sabbia. Lo staff di Marsica meteo però ha voluto sempre affrontare con tranquillità questo tema, nell’idea che parlarne in tempi di calma aiuta a ragionare su quello che può essere fatto in futuro per mitigare il rischio.

I terremoti non possono essere previsti

I terremoti non possono essere previsti, ma possiamo analizzare l’andamento della sismicità in una zona nel corso del tempo e sappiamo che questa zona è interessata con una certa regolarità da scosse strumentali e da improvvisi brevi sciami sismici (2006/2011 nel cerchio nero – 2017 e repliche seguenti nel cerchio giallo).

Ovviamente non è vero che uno sciame sismico serve a disperdere energia, perché per liberare l’energia di una M 5 servirebbero 32 scosse di M 4 o 1000 di M 3 (la scala Richter è una scala logaritmica).

Nessuno sa come potrebbe evolvere effettivamente la situazione, ma è facile ipotizzare che ci saranno altre scosse nel prossimo futuro in una zona così attiva negli ultimi anni. Stiamo parlando infatti della zona più sismica della Marsica negli ultimi 15 anni.

Conclusioni

Cogliamo inoltre l’occasione per ricordare che in quell’area i terremoti che vengono registrati dall’INGV hanno spesso un ipocentro intorno ai 7-8 km, a volte anche di 5-6 km. Ciò significa che anche una scossa di M 1.8 può essere avvertita con un breve boato. Quindi invitiamo chiunque ad evitare commenti inopportuni sulla magnitudo di eventuali futuri terremoti. Un terremoto può infatti far paura a prescindere dalla sua magnitudo, soprattutto quando avviene nei pressi di un centro abitato e a bassa

Fonte: Marsica Meteo (pagina Facebook)

Iscrivetevi alla pagina facebook @themarsicanbear cosi che vi arrivi la notifica quando uscirà il prossimo bollettino meteo. Se volete, seguite anche il profilo instagram @themarsicanbear.

Dal momento che sei qui ... ... abbiamo un piccolo favore da chiederti. Più persone stanno leggendo il The Marsican Bear, ma non abbiamo entrate. E a differenza di molti media, vogliamo mantenere il nostro servizio completamente gratuito. Quindi puoi capire perché dobbiamo chiedere il tuo aiuto. La divulgazione scientifica indipendente impegna molto tempo, denaro e duro lavoro. Ma lo facciamo perché crediamo che il nostro progetto sia importante. The Marsican Bear è indipendente dal punto di vista editoriale. La nostra divulgazione è libera da pregiudizi commerciali e non è influenzata da proprietari, politici o azionisti. Nessuno modifica il nostro editor. Nessuno dirige la nostra opinione. Questo è importante perché ci consente di divulgare in modo totalmente obiettivo. È ciò che ci rende diversi rispetto a tanti altri media, in un momento in cui i rapporti attendibili e onesti sono fondamentali. Se tutti quelli che leggono i nostri articoli, aiutano a sostenerlo, il nostro futuro sarebbe molto più sicuro. Con un minimo di € 1, puoi supportare il The Marsican Bear - e richiede solo un minuto. Grazie. Link per donazione: Donazione
Articolo precedenteMarsica Meteo: Gelo di fine estate: – 3.4°C A Marsia di Tagliacozzo
Prossimo articoloMarsica Video: Cervo nobile
Laureato in Scienze Ambientali e laureando nella magistrale di Biologia Ambientale è un vero appassionato della natura nella sua totalità. Fonda The marsican bear nel Marzo 2017 con l’utopico sogno di salvaguardare la Terra e far conoscere a più persone possibili le sue meraviglie, ma nel contempo mostrare la situazione critica che l’uomo ha creato su essa. Appassionato di fotografia, snorkeling, trekking e acquariofilia. Oltre ad essere fondatore e autore di The Marsican Bear, dal 2013 è collaboratore anche del più vasto e completo Magazine dedicato all’Acquario Marino italiano DaniReef.com, vantando un’esperienza ventennale nel mondo acquariofilo. La sua tesi in Scienze Ambientali era incentrata sui coralli con il titolo “Simbiosi tra Symbiodinium (Dinophyta) e Anthozoa (Cnidaria)”

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here