Una nuova animazione creata da un team di astrofisici presso il Goddard Space Flight Center della NASA mostra come la gravità del buco nero distorce l’ambiente circostante.

L’animazione realizzata dal Dr. Schnittman, astrofisico del Goddard Space Flight Center della NASA, e colleghi simula la comparsa di un buco nero in cui la materia in caduta si è raccolta in un sottile disco d’accrescimento. L’estrema gravità distorce la luce emessa da diverse regioni del disco, producendo l’aspetto deforme.

Video:

Ha dichiarato il dott. Jeremy Schnittman: “Simulazioni come questa ci aiutano davvero a visualizzare ciò che Einstein intendeva quando ha detto che la gravità deforma il tessuto dello spazio e del tempo.”

Suggeriamo la lettura di: La prima immagine storica di un buco nero ci dice che Einstein aveva ragione

Aggiunge: “Fino a poco tempo fa, queste visualizzazioni erano limitate alla nostra immaginazione e ai programmi per computer. Non avrei mai pensato che sarebbe stato possibile vedere un vero buco nero.”

Suggeriamo la lettura di: La prima storica foto di un buco nero

Nodi luminosi si formano e si dissipano costantemente nel disco mentre i campi magnetici si avvolgono e si attorcigliano attraverso il gas agitato.

Più vicino al buco nero, il gas orbita ad una velocità prossima a quella della luce, mentre le porzioni esterne ruotano un po’ più lentamente. Questa differenza si estende e taglia i nodi luminosi, producendo corsie chiare e scure nel disco.

Visto di lato

Visto di lato, il disco appare più luminoso a sinistra di quanto non lo sia a destra.

Il gas incandescente sul lato sinistro del disco si muove verso di noi così in fretta che gli effetti della relatività di Einstein gli danno un aumento di luminosità; il contrario accade sul lato destro, dove il gas che si allontana diventa leggermente più debole.

Questa asimmetria scompare quando vediamo il disco esattamente di fronte perché, da quella prospettiva, nessuno dei materiali si muove lungo la nostra linea di vista.

Più vicino al buco nero, la flessione della luce gravitazionale diventa così eccessiva che possiamo vedere la parte inferiore del disco come un luminoso anello di luce che delinea apparentemente il buco nero.

Questo cosiddetto “anello fotonico” è composto da più anelli che circondano il buco nero, che diventano progressivamente più deboli e più sottili, prima di fuggire per raggiungere i nostri occhi.

Poiché il buco nero modellato in questa animazione è sferico, l’anello del fotone sembra quasi circolare e identico da qualsiasi angolo di visione.

All’interno dell’anello fotonico si trova l’ombra del buco nero, un’area circa due volte più grande dell’orizzonte degli eventi (il suo punto di non ritorno).

Iscrivetevi alla pagina facebook @themarsicanbear cosi che vi arrivi la notifica quando uscirà il prossimo articolo. Se volete, seguite anche il profilo instagram @themarsicanbear.

Dal momento che sei qui ... ... abbiamo un piccolo favore da chiederti. Più persone stanno leggendo il The Marsican Bear, ma non abbiamo entrate. E a differenza di molti media, vogliamo mantenere il nostro servizio completamente gratuito. Quindi puoi capire perché dobbiamo chiedere il tuo aiuto. La divulgazione scientifica indipendente impegna molto tempo, denaro e duro lavoro. Ma lo facciamo perché crediamo che il nostro progetto sia importante. The Marsican Bear è indipendente dal punto di vista editoriale. La nostra divulgazione è libera da pregiudizi commerciali e non è influenzata da proprietari, politici o azionisti. Nessuno modifica il nostro editor. Nessuno dirige la nostra opinione. Questo è importante perché ci consente di divulgare in modo totalmente obiettivo. È ciò che ci rende diversi rispetto a tanti altri media, in un momento in cui i rapporti attendibili e onesti sono fondamentali. Se tutti quelli che leggono i nostri articoli, aiutano a sostenerlo, il nostro futuro sarebbe molto più sicuro. Con un minimo di € 1, puoi supportare il The Marsican Bear - e richiede solo un minuto. Grazie. Link per donazione: Donazione

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here