Lo scorso 23 novembre è morta Iman, l’ultimo rinoceronte di Sumatra presente in Malesia. Ma anche se la specie è in stato di pericolo critico ancora non si è estinta.

 Di Antonietta Piccirilli 

Lo scorso 23 novembre è morta Iman, l’ultimo rinoceronte di Sumatra presente in Malesia.

Iman è stata catturata nel 2014 e ha vissuto fino alla sua morte nella Tabin Wildlife Reserve, sull’isola di Borneo, nello stato orientale di Sabah.

Nel 2017 le è stato diagnosticato un tumore all’utero, contro il quale ha combattuto fino al suo decesso.

Dicerorhinus sumatrensis

Classificazione

  • Classe: Mammalia;
    • Ordine: Perissodactyla;
      • Famiglia: Rhinocerotidae;
        • Genere: Dicerorhinus;
          • Specie: Dicerorhinus sumatrensis;

Descrizione

Il rinoceronte di Sumatra, da adulto, può arrivare a misurare dai 120 ai 145cm di altezza al garrese, 250cm di lunghezza e pesare dai 500 agli 800kg. È il più piccolo tra le specie di rinoceronti ancora in vita.

Questo animale presenta, proprio come le specie africane, due corni: quello anteriore è situato sul naso, è il più grande ed è lungo circa 1525cm e quello frontale che non supera mai 10cm. Il colore di questi corni è nero o grigio scuro. Nonostante in questa specie non vi sia dimorfismo sessuale i maschi hanno corni più lunghi rispetto alle femmine.

Questo rinoceronte ha due pieghe di pelle spessa, situate dietro le zampe anteriori e prima di quelle posteriori, e una terza piega, più piccola, intorno al collo.

Sembra che in questa specie non sia presente grasso cutaneo, ma la pelle è molto spessa, circa 10/16mm.

Solitamente questo animale possiede una peluria color marronerossastro, che può essere fitta, prevalentemente nei giovani, oppure può diradarsi.  Attorno alle orecchie e alla fine della coda si trovano due ciuffi di pelo più lunghi.

Ha la vista molto scarsa ma è molto veloce e agile.

Biologia

Il rinoceronte di Sumatra è un mammifero solitario, esclusi i periodi di riproduzione e di allevamento dei cuccioli.

L’areale occupato dai maschi è di circa 50 km2 mentre quello occupato dalle femmine è di circa 10/15 km2. Tuttavia, questo mammifero non ha dimostrato una forte territorialità, in quanto dagli studi scientifici non sono emerse prove di scontri tra individui per la difesa e il dominio del proprio territorio.

Questo animale trascorre la maggior parte del suo tempo immerso in profonde pozze di fango: è così riesce a difendersi dai parassiti e a mantenersi fresco.

Negli individui tenuti in cattività, infatti, è stato possibile notare come la mancanza di pozze di fango abbia causato infezioni, talvolta anche fatali.

Il rinoceronte di Sumatra è molto attivo all’alba e poco dopo il tramonto. È proprio in questi intervalli di tempo che l’animale si nutre. La sua dieta è composta da arbusti, germogli, foglie e piccoli alberelli e viene modificata in base all’habitat in cui si trova. Possono arrivare a mangiare fino a 50Kg di cibo al giorno.

Questi mammiferi comunicano tra loro attraverso dei comportamenti e dei suoni specifici.

Sono, inoltre, ottimi nuotatori.

Riproduzione

Le femmine raggiungono la maturità sessuale a 6/7 anni di età, mentre i maschi la raggiungono circa attorno ai 10 anni. Il periodo di estro dura circa 24 ore e si ripete ogni 21/25 giorni.

Il rituale di accoppiamento è caratterizzato da frequenti minzioni, incremento delle vocalizzazioni, sollevamento della coda e aumento del contatto fisico. Il maschio è piuttosto aggressivo in questo periodo e può arrivare anche a provocare la morte della femmina.

Solitamente nasce un solo cucciolo dopo circa 15 mesi di gestazione, che trascorrerà con la madre i suoi primi 3 anni di vita, per poi diventare un esemplare indipendente. L’intervallo di riproduzione è di 4/5 anni, ed è proprio questa bassa riproduttività che causa difficoltà nei progetti di ripopolamento.

Habitat

Un tempo l’areale del rinoceronte di Sumatra era molto ampio ma ad oggi sono rimasti circa 80 esemplari in Indonesia.

Conservazione

Il rinoceronte di Sumatra è stato considerato dalla IUCN (International Union for Conservation of Nature) in stato di pericolo critico.

Le ragioni che hanno portato questa specie sull’orlo dell’estinzione sono:

  • Il Bracconaggio, in quanto questo animale è stato cacciato e perseguitato per il suo corno, che nelle culture asiatiche è ritenuto un elisir di benessere e fortuna.
  • La continua distruzione del suo habitat.

Nel 2018 le principali organizzazioni no-profit che si occupano di Conservazione hanno istituito la Sumatran Rhino Rescue.

Sumatran Rhino Rescue

Il rinoceronte di Sumatra è uno dei mammiferi terrestri più minacciati del pianeta.

Esperti e funzionari del governo indonesiano hanno convenuto che, al fine di salvare questa specie, l’unica soluzione è trasferire le popolazioni selvatiche in strutture progettate per gestire appositamente ed allevare questi animali.

Il governo indonesiano sta collaborando con IUCN Species Survival Commission (SSC), National Geographic Society, World Wildlife Fund, Global Wildlife Conservation e International Rhino Foundation al fine di salvare il rinoceronte di Sumatra dall’estinzione.

Il Sumatra Rhino Rescue convoglia le sue attività in tre settori di conservazione delle specie:

  1. Istituire due nuovi santuari per la cura dei rinoceronti di Sumatra in Indonesia: uno nel Borneo indonesiano e l’altro nel nord di Sumatra, inoltre è previsto l’ampliamento della struttura esistente nel Parco Nazionale Way Kambas.
  2. Avviare operazioni di ricerca e salvataggio per trasferire rinoceronti di Sumatra in strutture apposite di conservazione.
  3. Integrare gli animali in un unico programma di allevamento e conservazione che si avvale di cure veterinarie e zootecniche progettate per massimizzare la crescita della popolazione.

Conclusioni

Ad oggi, quindi, l’unico modo per salvare il rinoceronte di Sumatra dall’estinzione sembrerebbe tutelarlo e allevarlo in cattività, in strutture appropriate per la sua conservazione, con lo scopo finale di aumentare le popolazioni a numeri che consentiranno loro di tornare in natura.

È veramente triste pensare che una specie così bella ed imponente sia costretta a ciò a causa della scelleratezza umana.

Iscrivetevi alla pagina facebook @themarsicanbear cosi che vi arrivi la notifica quando uscirà il prossimo bollettino meteo. Iscrivetevi anche al canale Telegram per ricevere le nostre principali notizie direttamente sul tuo telefono. Se volete, seguite anche il profilo instagram @themarsicanbear.

YouTube:

Dal momento che sei qui ... ... abbiamo un piccolo favore da chiederti. Più persone stanno leggendo il The Marsican Bear, ma non abbiamo entrate. E a differenza di molti media, vogliamo mantenere il nostro servizio completamente gratuito. Quindi puoi capire perché dobbiamo chiedere il tuo aiuto. La divulgazione scientifica indipendente impegna molto tempo, denaro e duro lavoro. Ma lo facciamo perché crediamo che il nostro progetto sia importante. The Marsican Bear è indipendente dal punto di vista editoriale. La nostra divulgazione è libera da pregiudizi commerciali e non è influenzata da proprietari, politici o azionisti. Nessuno modifica il nostro editor. Nessuno dirige la nostra opinione. Questo è importante perché ci consente di divulgare in modo totalmente obiettivo. È ciò che ci rende diversi rispetto a tanti altri media, in un momento in cui i rapporti attendibili e onesti sono fondamentali. Se tutti quelli che leggono i nostri articoli, aiutano a sostenerlo, il nostro futuro sarebbe molto più sicuro. Con un minimo di € 1, puoi supportare il The Marsican Bear - e richiede solo un minuto. Grazie. Link per donazione: Donazione

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here