Un’orsa è morta a seguito di un investimento avvenuto ieri sera sulla statale 17 nei pressi di Castel di Sangro. Preoccupazione per il cucciolo che per tutta la notte ha cercato la mamma. L’appello del PNALM: “Chiediamo a tutti di fare attenzione”. 

Riportiamo il comunicato stampa rilasciato dal Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise:

Investita e uccisa un’orsa sulla SS. 17

Un tragico “regalo” di Natale.

( Pescasseroli, 25 Dicembre 19 )“Ieri sera verso le ore 20.30 sulla statale 17, nei pressi dello svincolo per il cimitero di Castel di Sangro, fuori dall’area contigua del Parco, un automobilista ha investito un’orsa che aveva a seguito un cucciolo. L’impatto è stato fatale per l’orsa che è morta quasi sul colpo.

Il Direttore del Parco, accorso sul posto allertato dalla centrale dei Carabinieri, ha trovato una pattuglia della Polizia Stradale e, costatata la morte, ha organizzato il recupero dell’orsa chiamando il veterinario del Parco e i Guardiaparco.

La preoccupazione, oltre ovviamente al recupero dell’animale era ed è quella del cucciolo, per questo per tutta la notte il biologo del Parco della Maiella e 4 Guardiaparco hanno perlustrato la zona per tenere lontano il cucciolo, che ha continuato per tutta la notte a cercare la mamma.

D’intesa con la Polizia Stradale è stata posizionata la macchina dei Guardiaparco con lampeggianti a bordo strada per avvisare gli automobilisti del possibile pericolo derivante dall’attraversamento del cucciolo. In quel tratto, anche se c’è il limite di velocità, le macchine sfrecciano veloci.

Chiediamo a tutti di fare attenzione in questi giorni di festa e di intenso traffico perché, per qualche giorno, il cucciolo continuerà a cercare, in quel posto, la mamma.

Il Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise, il Parco Nazionale della Maiella, la Riserva del Genzana e i Carabinieri Forestali, opereranno, con proprio personale, con dei turni notturni e diurni per tutelare l’incolumità del cucciolo e delle persone.

L’orsa sarà sottoposta nei prossimi giorni a necroscopia di cui daremo notizia.”

Conclusioni:

Ci uniamo all’appello del PNALM ricordandovi che le femmine riproduttive sono poche e ieri sera è morta una di esse. Una tragica notizia che rende ancora più incerto il futuro dell’orso bruno marsicano, una specie a serio rischio di estinzione.

YouTube:

Dal momento che sei qui ... ... abbiamo un piccolo favore da chiederti. Più persone stanno leggendo il The Marsican Bear, ma non abbiamo entrate. E a differenza di molti media, vogliamo mantenere il nostro servizio completamente gratuito. Quindi puoi capire perché dobbiamo chiedere il tuo aiuto. La divulgazione scientifica indipendente impegna molto tempo, denaro e duro lavoro. Ma lo facciamo perché crediamo che il nostro progetto sia importante. The Marsican Bear è indipendente dal punto di vista editoriale. La nostra divulgazione è libera da pregiudizi commerciali e non è influenzata da proprietari, politici o azionisti. Nessuno modifica il nostro editor. Nessuno dirige la nostra opinione. Questo è importante perché ci consente di divulgare in modo totalmente obiettivo. È ciò che ci rende diversi rispetto a tanti altri media, in un momento in cui i rapporti attendibili e onesti sono fondamentali. Se tutti quelli che leggono i nostri articoli, aiutano a sostenerlo, il nostro futuro sarebbe molto più sicuro. Con un minimo di € 1, puoi supportare il The Marsican Bear - e richiede solo un minuto. Grazie. Link per donazione: Donazione

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here