Molto spesso sentiamo parlare di “animali selvatici” e “animali domestici” ma sappiamo davvero in cosa differiscono?

  Di Antonietta Piccirilli 

Molto spesso sentiamo parlare di “animali selvatici” e “animali domestici” ma sappiamo davvero in cosa differiscono?

Tante volte si sentono frasi come “il mio gatto è selvatico”, ma siamo sicuri sia corretto?

Facciamo un po’ di chiarezza:

Un animale selvatico appartiene ad una specie non domestica, vive in libertà nel suo habitat naturale, occupa una nicchia ecologica tipica della sua specie e ha la possibilità di manifestare tutti i comportamenti che fanno parte del suo etogramma specie-specifico. Generalmente presentano una naturale tendenza ad evitare gli esseri umani.

Esempi di animali selvatici sono il lupo, la volpe, il cervo, il leone, la lepre, il delfino, l’orso, il gheppio, ecc.

Un animale domestico, invece, appartiene ad una specie domestica, che ha subito una selezione artificiale.

Si parla, in linea di massima, di domesticazione per descrivere il processo mediante il quale un’intera specie animale si adatta all’uomo attraverso modificazioni genetiche che avvengono nel corso di generazioni e attraverso una serie di adattamenti prodotti dall’ambiente.

Un individuo appartenente ad una specie domestica manifesta sin dalla nascita un comportamento docile e confidente nei confronti dell’uomo, dal quale dipende nell’alimentazione, nella protezione e nella riproduzione.

Esempi di animali domestici sono il cane, il gatto, il maiale, la pecora ecc…

Ci sono poi gli animali ferali che appartengono ad una specie domestica ma che vivono in ambiente naturale, senza il diretto controllo dell’uomo. Sono questi i casi, ad esempio, dei branchi di cani liberi o delle colonie feline.

Perché è importante sapere queste differenze?

Gli animali domestici si sono evoluti accanto all’uomo, ed è proprio questo il loro posto.

È importante garantire loro una gestione che ne preservi il benessere, amare i nostri animali domestici implica prenderci cura di loro e assicurargli le attenzioni necessarie e dovute. Allo stesso tempo, però, è necessario che l’animale sia accudito responsabilmente, senza arrecare danno alla biodiversità.

Amare la natura e gli animali selvatici, invece, vuol dire rispettarli nel loro ambiente. Vuol dire non volere interagire con loro a tutti i costi ma, se si ha la fortuna di avvistare un selvatico, osservare ad una rispettosa distanza ed allontanarsi per non creargli disturbo.

Un animale selvatico non deve assolutamente venire alimentato, non ha bisogno dell’uomo per sopravvivere e l’interazione con noi potrebbe creare conseguenze assolutamente deleterie e, a volte, anche fatali.

Conclusione

La parola chiave è rispetto.

Ogni animale va rispettato per quello che è, se si tratta di un domestico è necessario prendersene cura mentre se si tratta di un selvatico è necessario rispettare la sua libertà.

Sitografia:

Seguici su:

YouTube:

Dal momento che sei qui ... ... abbiamo un piccolo favore da chiederti. Più persone stanno leggendo il The Marsican Bear, ma non abbiamo entrate. E a differenza di molti media, vogliamo mantenere il nostro servizio completamente gratuito. Quindi puoi capire perché dobbiamo chiedere il tuo aiuto. La divulgazione scientifica indipendente impegna molto tempo, denaro e duro lavoro. Ma lo facciamo perché crediamo che il nostro progetto sia importante. The Marsican Bear è indipendente dal punto di vista editoriale. La nostra divulgazione è libera da pregiudizi commerciali e non è influenzata da proprietari, politici o azionisti. Nessuno modifica il nostro editor. Nessuno dirige la nostra opinione. Questo è importante perché ci consente di divulgare in modo totalmente obiettivo. È ciò che ci rende diversi rispetto a tanti altri media, in un momento in cui i rapporti attendibili e onesti sono fondamentali. Se tutti quelli che leggono i nostri articoli, aiutano a sostenerlo, il nostro futuro sarebbe molto più sicuro. Con un minimo di € 1, puoi supportare il The Marsican Bear - e richiede solo un minuto. Grazie. Link per donazione: Donazione

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here