Gli incendi boschivi in Australia sono così estesi che i satelliti intorno la Terra possono facilmente individuarne le fiamme e il fumo.

Bateman Bay, Australia, il 31 dicembre 2019. (Copernicus EMS; Sentinel 2 / ESA)

Gli incendi in parte di origine dolosa (180 persone sono state accusate di reati relativi agli incendi boschivi, mentre 24 sono state arrestate per aver provocato deliberatamente incendi) e in parte innescati naturalmente, sono stati esacerbati dalle condizioni insolitamente calde e aride (causate dai cambiamenti climatici antropogenici) che hanno alimentano la crescita di tali incendi. Le stime attuali suggeriscono che la crisi degli incendi nell’Australia orientale ha bruciato oltre 14 milioni di acri di terra, ucciso circa mezzo miliardo di animali e sfollato centinaia di migliaia di persone.

Vista del satellite Himawari-8 del 2 gennaio 2020. (RAMMB / CIRA / CSU; Business Insider)

La foto qui sopra mostra del fumo che ha un’estensione all’incirca grande come la metà dell’Europa e che oscura i cieli con una foschia gialla fino alla Nuova Zelanda. La foto è stata scattata giovedì 2 gennaio 2020 dal satellite Himawari-8 dell’Agenzia meteorologica giapponese.

Himawari-8 è stato lanciato a ottobre 2014. Orbita ora nello stesso punto a circa 35 mila Km sopra il nostro pianeta. Utilizzando una varietà di sensori integrati, Himawari-8, il satellite Suomi-NPP della NASA e altri satelliti di monitoraggio della Terra stanno restituendo immagini straordinarie della terribile situazione dell’Australia.

Ecco alcune delle foto, animazioni e illustrazioni più rivelatrici della crisi sulla Terra viste dallo spazio.

Himawari-8 si affaccia sull’emisfero occidentale e fotografa questa faccia della Terra una volta ogni 10 minuti. L’Australia, i suoi incendi boschivi e pennacchi di fumo sono facilmente visibili.

Gli incendi iniziati a settembre si sono diffusi facilmente grazie ad una siccità anormalmente lunga, secca ed espansiva.

Questa animazione, dal 1 ° e 2 gennaio, evidenzia più hotspot in luce infrarossa. Due grandi di incendi boschivi (mostrati a sud-ovest) si estendono per decine di miglia.

Le viste satellitari diurne del terreno sono ugualmente se non più drammatiche. Il satellite Sentinel-2 dell’Agenzia spaziale europea ha catturato questa immagine di crescenti incendi mentre passava sopra Bateman Bay alla vigilia di Capodanno.

Conclusioni

La portata degli incendi è difficile da comprendere. Nel solo Nuovo Galles del Sud, le fiamme hanno creato un fronte di fuoco nello stato che, se messo in linea retta, si estenderebbe da Sydney, attraverso l’Oceano Indiano e l’Afghanistan.

Il pennacchio di fumo da solo è attualmente di circa 1,3 miliardi di acri, la metà dell’Europa, e si sta spostando di oltre 1.500 km sopra la Nuova Zelanda, dove soffoca e ingiallisce i cieli.

Finora gli incendi boschivi hanno attraversato più del doppio dell’area bruciata nelle foreste pluviali in Amazzonia nel 2019.

Almeno 17 persone sono scomparse negli incendi, otto sono morte e centinaia di migliaia sono state evacuate. I vigili del fuoco volontari stanno lavorando 24 ore su 24 per ridurre il disastro, anche se potrebbe durare fino a quando le temperature più fredde arriveranno nell’emisfero meridionale tra alcuni mesi.

Lettura consigliata:

Video: Temperature vicino ai 50 ° C a Sydney: fiamme alte fino a 50 metri nell’inferno australiano.

Seguici su:

YouTube:

Dal momento che sei qui ... ... abbiamo un piccolo favore da chiederti. Più persone stanno leggendo il The Marsican Bear, ma non abbiamo entrate. E a differenza di molti media, vogliamo mantenere il nostro servizio completamente gratuito. Quindi puoi capire perché dobbiamo chiedere il tuo aiuto. La divulgazione scientifica indipendente impegna molto tempo, denaro e duro lavoro. Ma lo facciamo perché crediamo che il nostro progetto sia importante. The Marsican Bear è indipendente dal punto di vista editoriale. La nostra divulgazione è libera da pregiudizi commerciali e non è influenzata da proprietari, politici o azionisti. Nessuno modifica il nostro editor. Nessuno dirige la nostra opinione. Questo è importante perché ci consente di divulgare in modo totalmente obiettivo. È ciò che ci rende diversi rispetto a tanti altri media, in un momento in cui i rapporti attendibili e onesti sono fondamentali. Se tutti quelli che leggono i nostri articoli, aiutano a sostenerlo, il nostro futuro sarebbe molto più sicuro. Con un minimo di € 1, puoi supportare il The Marsican Bear - e richiede solo un minuto. Grazie. Link per donazione: Donazione

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here